Home / Casa / Il tuo balcone è in sicurezza?
come mettere in sicurezza il balcone

Il tuo balcone è in sicurezza?

Il tuo balcone è in sicurezza? La domanda è d’obbligo in quanto in Italia molte case sono vecchie di 40-50 anni ed oltre con la conseguenza che con il passare del tempo aumenta il rischio di caduta di calcinacci e di distacchi dai balconi, dai sottobalconi e dai cornicioni. In questo caso l’attivazione tempestiva di un ciclo di lavori di messa in sicurezza della casa è fondamentale in modo tale da eliminare del tutto le cause di pericolo.

Nel dettaglio, il ciclo di lavori per la messa in sicurezza dell’immobile spazia dagli interventi di demolizione e di spazzolatura a quelli di ricostruzione per poi procedere con le opere di tinteggiatura e di restauro. In base a quello che è lo stato dell’immobile, prima della tinteggiatura possono essere necessari lavori accurati non solo per la pulizia, ma anche per la raschiatura delle superfici che possono essere precedute a sua volta anche dalla rimozione di coperture di lastre di cemento amianto.

E per quel che riguarda le Ringhiere per balconi , sul mercato esistono soluzioni che sono caratterizzate non solo da costi molto contenuti, anche sulla manodopera, ma anche da opere che, nell’adeguare l’altezza del balcone alla normativa vigente a livello nazionale, sono anche brevettate e certificate.

Il kit ringhiera è peraltro di facile montaggio, e quindi perfetto anche per interventi fai da te, in modo tale che tutte le persone siano protette dalle cadute accidentali. Grazie alle le ringhiere ed ai parapetti, infatti, viene garantita la protezione dei bambini, che da piccoli purtroppo sono spesso per natura curiosi ed intraprendenti, ed anche delle persone anziane che invece con l’avanzare dell’età possono soffrire di eventuali mancamenti e di fenomeni di alterazione delle capacità motorie e visive.

Il kit ringhiera diventa poi una misura necessaria negli edifici che si trovano ai piani più alti in modo tale che tutte le persone possano soggiornare nei balconi muovendosi sempre in tutta sicurezza. La scelta dei parapetti, inoltre, risponde alle esigenze di rispettare la normativa nazionale che, nello specifico, per ogni 3 metri di altezza da terra per il balcone impone 1 cm in più di parapetto.

Di conseguenza, al quinto piano per esempio il parapetto dovrà essere di minimo 1,05 metri potendo scegliere tra tante colorazioni per kit ringhiere in alluminio pesante che si montano in maniera facile e veloce, come sopra accennato, in quanto sono venduti con tutti gli accessori, dal silicone per la sigillatura alle barre autofilettanti da 10 cm che sono dotate di rondella autobloccante. In più, le finiture dei parapetti rispettano in pieno la normativa europea in merito ai processi di verniciatura di profilati estrusi in alluminio per l’uso architettonico.

E’ bene ricordare, infine, che il balcone in sicurezza salva la vita alle persone ma anche ai nostri animali domestici. La caduta accidentale di cani e gatti dai balconi, infatti, è un fenomeno che si registra più spesso di quanto si possa pensare, ragion per cui, al fine di salvaguardare l’incolumità degli animali domestici, occorre adottare le giuste soluzioni per evitare che cani o gatti possano cadere tra le sbarre oppure sopra la ringhiera del balcone.

About Pamela Tela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici + sedici =