Home / Salute / Estrattori di succo, quale scegliere?

Estrattori di succo, quale scegliere?

Oggi si porta di moda come elettrodomestico l’estrattore di succo, che è davvero un accessorio rivoluzionario per lo slow juicing. I succhi vivi, anche detti estratti di frutta e verdura infatti sono nutritivi in modo efficace, con la potenzialità di render migliore la vita alle persone.

Per imparare a scegliere l’estrattore giusto però bisogna conoscere a fondo le caratteristiche di questo elettrodomestico, anche perché siamo davanti ad un mercato sempre più competitivo, con una proposta molto vasta di macchine dalle peculiarità più svariate che però agli occhi dei più passano inosservate!

Selezionare il proprio estrattore non è cosa da poco. Più si susseguono gli anni e più il mercato decide di accanirsi sul l’offerta: da pochi a molto costosi estrattori, davvero c’è l’imbarazzo della scelta.

La storia di questa tecnologia è legata principalmente a tre aziende, ma la più importante in assoluto è Hurom, i migliori estrattore di succo che si possano trovare.

Pare infatti che la Hurom abbia più di 100 brevetti registrati nel settore della spremitura a basso numero di giri che hanno lo scopo di puntare alla produzione di estrattori com poca rumorosità e con ampia capacità di estrazione.

Le caratteristiche di un estrattore di succo

Le caratteristiche di un estrattore di succo sono molteplici, per questo bisogna saper scegliere quello giusto. Esse sono:

  • qualità dei materiali: BPA free, etc…sono i materiali a minima cessione, che non sono nocivi per il consumatore e per l’ambiente.
  • motore a corrente diretta o continua (DC): al contrario dei motori più potenti a corrente alternata (AC), il motore a corrente continua resta in funzione durante l’estrazione in caso debba triturare un materiale più solido, ma il numero di giri diventa più lento
  • basso numero di giri: meglio un estrattore a bassissimo numero di giri che così ossigena di poco il succo e di poco lo surriscalda.
  • qualità costruttiva e di design: un design che si mischia alla funzionalità consente alla macchina di avere un pensiero organico nascosto dietro la semplice apparenza.

Come scegliere un Estrattore di succo

I parametri utili a scegliere un estrattore oggi sono fondamentali come fondamentali sono le funzioni della macchina. In primis un motore a basso numero di giri, che abbia il collegamento ad una coclea atta a strizzare frutta, verdura sotto la quale un filtro davvero sottile divide il succo dalle fibre.

La lentezza del motore consente il rispetto delle proprietà organiche e nutrizionali del succo: non si attua surriscaldamento, cosa che lascia inalterato lo stato chimico-fisico di tutti gli elementi come vitamine termolabili, minerali ed enzimi contenuti in frutta e verdura.

Nel corso di questi ultimi anni sono stati messi a punto infinito approfondimenti su determinate plastiche, in particolare nel campo degli estrattori di succo: ci sono ricerche mondiali di alcune compagnie produttrici che affermano il bisogno di usare materiale per la costruzione di estrattori che combini ecologia e praticità. E la scelta ricaduta su due materiali plastici ultem e tritan: ossia due plastiche lavorate e costruite per evitare ogni rilascio di sostanze nocive.

About Pamela Tela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 + 19 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.