Home / Salute / Fiori di bach, metodi di preparazione e l’estratto universale
rimedi, miscelle e preparazione

Fiori di bach, metodi di preparazione e l’estratto universale

Nel settore della medicina alternativa i fiori di Bach, detti anche rimedi floreali di Bach, portano il nome del suo ideatore, il medico britannico Edward Bach. I Fiori di bach sono in tutto 38, dei quali 12 sono ‘guaritori‘, 7 sono ‘aiuti’ ed i restanti 19 sono ‘assistenti‘. Questa almeno, in un primo momento, fu la prima suddivisione da parte medico britannico Edward Bach che poi passò ad una seconda classificazione, quella basata sugli stati d’animo da alleviare, dalla paura all’incertezza e passando per lo scarso interesse verso le circostanze attuali, la solitudine, l’ipersensibilità alle influenze e alle idee, la disperazione e l’avvilimento, e lo stato d’animo rappresentato dall’eccessiva preoccupazione del benessere altrui.

Fiori di bach, la preparazione

I metodi di preparazione dei Fiori di bach sono due, quello del sole e quello della bollitura. In particolare, con il metodo del sole si preparano i Fiori di bach che rientrano tra i ‘guaritori’ e tra gli ‘aiuti’,  mentre i 19 Fiori di bach ‘assistenti’ vanno preparati con il metodo della bollitura. Con il metodo del sole il risultato che si ottiene dai Fiori di bach è un liquido che è chiamato tintura madre, e che viene venduto in commercio, sotto forma di boccetta, come estratto universale.

Fiori di bach in commercio

Nel dettaglio, in piccoli flaconi l’estratto universale dei Fiori di bach, realizzato secondo quella che è non solo la ricetta della tradizione erboristica inglese, ma anche il metodo originale del medico britannico, viene commercializzato come rimedio di soccorso da utilizzare di norma nel numero di 4 gocce almeno 4 volte al giorno. Il prodotto, che deve essere non solo tenuto lontano dalla portata dei bambini, ma conservato in un luogo fresco ed asciutto, non avrebbe alcuna efficacia in base alla ricerca clinica e scientifica internazionale. La medicina tradizionale, infatti, ha più volte invalidato attraverso numerosi studi l’efficacia dei fiori di Bach che è stata bollata, non a caso, con un reale effetto che risulta essere sostanzialmente simile all’effetto placebo.

Fiori di bach, ecco quali per alleviare gli stati d’animo

La medicina alternativa del medico britannico Edward Bach, fatto salvo quanto sopra detto per quel che riguarda la posizione della medicina tradizionale, è finalizzata a ristabilire nell’individuo il suo equilibrio psichico, emozionale e fisico sfruttando quelle che sono le proprietà terapeutiche offerte da alcuni fiori selvatici.

E così, in base ai propri studi,  Edward Bach raccomandava la Water Violet, Impatiens ed Heather contro la solitudine, e Rock Water, Vervain, Beech, Vine e Chicory contro l’eccessiva preoccupazione del benessere altrui. Contro la paura vanno invece bene Aspen, Rock Rose, Red Chestnut, Cherry Plum e Mimulus, e contro l’incertezza Wild Oat, Gentian, Cerato, Hornbeam, Gorse e Scleranthus.

Per l’ipersensibilità alle influenze e alle idee i Fiori di bach consigliati sono Holly, Centaury, Agrimony e Walnut, mentre l’avvilimento e la disperazione possono passare con Crab Apple, Sweet Chestnut, Elm, Oak, Star of Bethlehem, Pine, Larch e Willow. E poi ci sono i Fiori di bach contro lo scarso interesse verso le circostanze attuali che sono rappresentati da White Chestnut, Chestnut Bud, Olive, Clematis, Wild Rose, Mustard ed Honeysuckle.

Rescue Remedy, il pronto soccorso dei Fiori di Bach

Inoltre, per far fronte ad esigenze personali e soggettive, due o più Fiori di bach possono essere combinati tra loro al fine di ottenere delle miscele ad hoc. Tra le più note miscele c’è il Rescue Remedy, ovverosia il cosiddetto pronto soccorso dei Fiori di Bach che viene realizzato con le seguenti cinque essenze: Rock Rose, Clematis, Impatiens, Cherry Plum e Star of Bethlehem. Il Rescue Remedy, secondo la floriterapia, è indicato per tutte quelle situazioni di emergenza e per tutte quelle condizioni tali che si registra una alterazione dell’equilibrio psico-fisico.

About Pamela Tela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci − tre =