Home / Casa / Sismabonus 110% prorogato fino alla fine del 2024
bonus

Sismabonus 110% prorogato fino alla fine del 2024

La legge di Bilancio 2022 ha garantito la proroga per il Superbonus 110% prevista nel testo in maniera differente a seconda di quello che è il tipo di abitazione o struttura su cui si intende intervenire. In questi ultimi mesi, le novità relative al bonus sono davvero tante. Le aziende stanno fremendo per cercare di chiudere gli interventi in tempo utile, mentre invece si cerca una soluzione per chi è arrivato solo ora a chiedere questo tipo di agevolazione. Per cercare di gestire al meglio e senza intoppi i lavori con il Superbonus 110% è sempre importante riferirsi a degli esperti come dei General Contractor italiani, in modo tale che i lavori possono essere completati nei tempi giusti senza sforare nel budget e ottenendo il giusto supporto. Scopriamo insieme quali sono le nuove scadenze del Superbonus e come fare per rispettarle con l’aiuto dei professionisti del settore.

  • Superbonus 110%, le nuove scadenze

Legge di Bilancio 2022, così come poi il Decreto Sostegni Ter, hanno modificato sostanzialmente il Superbonus 110%. Innanzitutto, è stata prevista una proroga differenziata. Per condomini edifici composti da due a quattro unità immobiliari la proroga vale fino al 2023. Invece, vi è la proroga fino al 2025 per condomini ed edifici composti da due a quattro unità immobiliari. Ma in tal caso l’aliquote è crescente, ovvero è pari al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025. Infine, per quanto riguarda gli immobili IACP o delle cooperative, la scadenza è per il 31 dicembre 2023. Ciò vale se entro il 30 giugno 2023 è stata effettuata almeno il 60% della spesa totale. Invece, il Superbonus per le case unifamiliari scade il 31 dicembre 2022 ma è importante che il 30% dei lavori sia stato completato entro giugno.

  • Come rispettare i tempi per il Superbonus 110

Per cercare di rispettare i nuovi dettami della norma relativamente al 110%, è molto importante rivolgersi a dei veri professionisti del settore. In genere, questo tipo d’intervento complessivo richiama sia interventi di base, che quelli trainanti che richiedono l’aiuto di un esperto che coordini tutta la fase operativa. Parliamo dei General contractor, ovvero degli esperti che ottimizzano i processi di produzione, diversificando la responsabilità e tenendo tutto sotto controllo con una sorta di “occhio esterno”. Si tratta di veri e proprie coordinatori di tutte le altre professionalità che intervengono nel processo di costruzione. Questi professionisti sono sicuramente degli esperti e affidarsi a loro è la soluzione ideale in questo momento così particolare. Vi aiuteranno a gestire tutto e soprattutto a rispondere ai dettami del Decreto antifrode. Infatti, dal 12 novembre 2021, vi è questa nuova norma che ha messo una serie di vincoli per il lavoro, legati al Superbonus 110%, e che vanno rispettati con molta attenzione per evitare d’incappare in sanzioni e nello stop ai lavori.

About Pamela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.