Home / Economia / Come scegliere il conto corrente per trading online
trading online

Come scegliere il conto corrente per trading online

Sempre più banche mettono a disposizione dei loro clienti dei conti per trading online. Molti utenti infatti si dedicano agli investimenti su internet e gli istituti di credito si sono resi conto di quanto sia importante offrire degli strumenti adatti che permettano ai loro clienti di effettuare operazioni in Borsa. Quindi a livello commerciale esiste davvero un panorama molto vasto, per quanto riguarda l’offerta di conto corrente per trading online. Chi vuole scegliere un conto di questo tipo ha molte possibilità di scelta. Ma come fare a scegliere il conto corrente per trading online più adatto alle proprie esigenze? Come fare a risparmiare e allo stesso tempo poter contare su un’alta e dinamica operatività?

Che cos’è un conto corrente per trading online

Interessanti le opinioni e i costi del conto arancio. Sicuramente merita attenzione perché potrebbe essere la giusta scelta fare trading avvalendosi di questo conto. Ma in generale che cos’è un conto per fare trading online? Si tratta di un conto corrente, le cui somme vengono utilizzate per operare online facendo investimenti.

Quindi è in particolare un conto corrente che si utilizza nelle attività svolte all’interno di un broker, che si pone come intermediario tra l’utente e le operazioni compiute sul mercato.

Come aprire un conto online per il trading

Per aprire un conto online per il trading, bisogna rispettare alcune regole fondamentali che sono volte al rispetto delle leggi e a garantire la trasparenza. Ecco perché generalmente le banche, per aprire un conto di questo tipo, richiedono alcuni requisiti fondamentali, oltre a dei documenti importanti.

Se vuoi rivolgerti ad una banca per aprire un conto online per il trading, devi fornire la copia della carta d’identità, la copia di un documento di un’utenza domestica, come per esempio la bolletta della luce o del gas, in modo da verificare la residenza.

Devi scegliere un metodo di pagamento per gestire il conto nei depositi e nei prelievi, quindi puoi optare per esempio per una carta di credito o per un bonifico bancario. Inoltre devi fornire un indirizzo di posta elettronica da associare al conto.

Come scegliere un conto per il trading online

Sono molti, come abbiamo già specificato, gli istituti bancari che mettono a disposizione la possibilità di aprire un conto per il trading online. Poiché la scelta è davvero ampia, come fare a scegliere la soluzione migliore e a non sbagliare?

Per rispondere a questa domanda abbiamo deciso di suggerirti alcuni parametri fondamentali da tenere in considerazione. In maniera specifica dovresti analizzare, prima di effettuare la tua scelta, i costi connessi alle varie operazioni, anche per avere la possibilità di spendere il meno possibile.

In genere ogni banca fornisce l’accesso ad una specifica piattaforma. L’accesso può essere gratuito o a pagamento. Tieni conto comunque anche delle varie spese che riguardano l’apertura, la gestione o la chiusura del conto, degli eventuali costi associati alle commissioni.

Queste commissioni rappresentano la percentuale versata dal trader per ogni operazione effettuata. La somma in genere è variabile, anche se ci sono delle soluzioni che prevedono il versamento di commissioni fisse.

Poi puoi tenere conto anche del canone annuo, che di solito comunque non ha costi molto alti per ciò che riguarda il trading online. Tieni conto dell’imposta di bollo, che secondo la normativa in vigore corrisponde allo 0,20% del controvalore del dossier titoli in riferimento al 31 dicembre di ogni anno.

Inoltre un altro fattore da tenere in considerazione potrebbe essere rappresentato dalla fornitura di un servizio di assistenza che alcuni conti online mettono a disposizione, per consigliare i clienti ed aiutarli nell’effettuare le loro scelte di investimento. Tutti questi parametri sono davvero molto importanti, per scegliere il migliore conto.

About Pamela Tela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.