Home / Economia / Napoli boom sul mercato, quanto margine di manovra ha De Laurentiis?
james rodriguez

Napoli boom sul mercato, quanto margine di manovra ha De Laurentiis?

Giocatori di prospetto e “di sistema”: è stata questa la filosofia che ha contraddistinto il calciomercato del Napoli negli ultimi anni. Intendiamoci, strategia che ha portato risultati di altissimo livello, anche se sul piano dei trofei portati a casa il decennio si sta per chiudere con due Coppe Italia e una Supercoppa Italiana in più in bacheca. Probabilmente poco per quanto seminato dal club ma il futuro a breve termine può regalare nuove gioie.

Il cambio di strategia sul mercato del Napoli

Giocatori pronti e duttili, camaleontici: sono queste invece le linee guide del primo “vero” mercato del Napoli “ancelottiano“. Il tentativo è quello di compiere un ulteriore salto di qualità, sfruttando alla grande il bilancio più che sano della società di De Laurentiis, sempre attentissimo a non mandare in sofferenza le casse del club. Ed è per questo motivo che i partenopei riescono a condurre trattative che fino a qualche anno fa erano inimmaginabili.

Dopo l’arrivo di Di Lorenzo, reduce da un’ottima stagione all’Empoli e che sarà il preludio della partenza di uno tra Malcuit e Hysaj, è arrivato il botto Manolas: strappare un fuoriclasse di questo livello alla Roma, un club con le stesse ambizioni, si era visto pochissime volte nella storia recente (e non) del Napoli. Strapparlo basandosi su un potere economico così palese è stato quasi sorprendente. Il Napoli ha voluto Manolas e lo ha preso senza titubanze: 15 milioni più Diawara, poi, a molti è sembrato davvero un affare a 360°.

In attacco sono pronti i “botti”

Nella serata di ieri il d.s. del Napoli, Cristiano Giuntoli, è sbarcato a Madrid per chiudere l’affare James Rodriguez col Real. Gli azzurri hanno accettato la valutazione attorno ai 42 milioni di euro fatta dal club spagnolo, ci sono soltanto da definire le modalità di pagamento. Un acquisto che sia sportivamente che a livello d’immagine proietta il club campano in un’altra dimensione. James è fuoriclasse assoluto, poco da discutere. Ed è forse questo il primo segno tangibile della presenza di Ancelotti sulla panchina.

Il colombiano non sarà l’unico arrivo di rilievo in attacco. Si parla con insistenza di Icardi e Lozano, piste assolutamente percorribili come confermato nella giornata di oggi da calcionewsweb.it ma che dovrebbero comunque essere successive ad un eventuale addio di Insigne. Insomma, anche in questo senso il Napoli non si farà trovare impreparato, pronto ad investire la cifra ricavata dalla cessione del suo capitano per un altro campione di livello almeno pari, già pronto per recitare un ruolo da protagonista.

Elmas quasi ufficiale

Ma la strategia che ha portato anche all’arrivo di un gioiello come Fabian Ruiz la scorsa estate non è di certo accantonata. Nelle prossime ore sarà ufficiale l’acquisto di Elif Elmas, classe ’99, centrocampista “universale” in forza al Fenerbahce. Per il cartellino del giocatore macedone, di origini turche, il Napoli pagherà 15 milioni di euro più bonus; al giocatore andrà un quinquennale da un milione di euro netto a stagione. Il nuovo Napoli avanza, ma senza perdere i tratti caratteristici degli ultimi anni; ne vedremo delle belle.

About Pamela Tela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.