Home / Economia / Statistiche 2.0 su tutti i comuni italiani: altitudine, rischio sismico, zone montane, tutto in infografica
statistiche sui comuni italiani

Statistiche 2.0 su tutti i comuni italiani: altitudine, rischio sismico, zone montane, tutto in infografica

Qual è il comune italiano che svetta per altitudine? E quali sono quelli a maggior rischio sismico? Sono queste solo alcune delle curiosità statistiche e infografiche città italiane che magari non si conoscono del tutto.

Classifica dei comuni più alti d’Italia

Nel dettaglio, il comune italiano al top per altitudine è quello di Sestriere, in provincia di Torino, che è l’unico in Italia che si trova sopra i 2mila metri, per la precisione ad una altitudine di ben 2.035 metri. Sul podio ci sono  Livigno, in provincia di Sondrio, con un’altitudine di 1.816 metri, e poi  Chamois, in Valle d’Aosta, con un’altitudine pari ad appena un metro in meno, ovverosia a 1.185 metri.

Tra i 20 comuni con la maggiore altitudine ci sono poi nell’ordine, dal quarto  e fino al ventesimo posto, Claviere, Rhêmes-Notre-Dame, Ayas, Argentera, Valgrisenche, La Magdeleine, Elva, Gressoney-La-Trinité, Ceresole Reale, Pontechianale, Bionaz, Bellino, Corvara in Badia, Selva di Val Gardena, Sauze di Cesana, Madesimo e Cogne. I comuni italiani con la maggiore altitudine si trovano tutti al Nord tra Torino, Sondrio, Cuneo, Bolzano e la Valle d’Aosta.

Le città italiane a maggiore rischio sismico

Per tutti i comuni italiani esiste una mappa che fornisce una classificazione in funzione di quello che è il rischio sismico. In Italia ci sono molte aree che, infatti, sono a rischio di forti terremoti considerando anche gli eventi sismici che sono avvenuti nel passato unitamente a studi geologici sulle cosiddette faglie.

Nel dettaglio, un comune italiano, in termini di rischio sismico, può essere inserito in zona 1, che è quella a pericolosità più elevata, in zona 2, in zona 3, caratterizzata da una bassa sismicità, ed in zona 4 dove un terremoto può creare danni con una bassissima probabilità.

Includendo pure quelli a mare, attualmente l’Italia risulta essere suddivisa in 175 distretti sismici che non sono altro che delle aree geografiche che, per convenzione, permettono di identificare in maniera chiara a rapida quelle zone che, in passato, sono state interessate da epicentri di terremoti.

Comuni montani in Italia, ecco quanti sono

Su un totale di 8.092 comuni italiani, una percentuale consistente viene identificata come comune montano. Nel dettaglio, i comuni montani sono 3.538, ovverosia il 43,72% rispetto al 56,28% di comuni non montani che sono 4.554. In particolare, i 3.538 comuni montani sono definiti anche come totalmente montani in quanto, tra i 4.554 comuni non montani, ce ne sono 655 che risultano essere classificati come ‘parzialmente montani’.

La classificazione sopra indicata è importante in quanto in Italia le zone montane, rispetto a quelle non montane, possono far leva, su approvazione da parte del Governo italiano, delle Regioni e/o degli Enti Locali, su tutta una serie di vantaggi che spaziano dall’acquisto agevolato di terreni a sconti fiscali per l’acquisto di gasolio e/o Gpl per il riscaldamento.

About Pamela Tela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre + 16 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.