Home / Salute / Aumentare la propria autostima e vivere felici
autostima

Aumentare la propria autostima e vivere felici

L’autostima è una caratteristica fondamentale della personalità degli individui. Fin da piccoli, se si sviluppa un’adeguata autostima, si ha la possibilità di intraprendere un percorso molto importante della propria esistenza, che porta ad essere gratificati. Ecco perché non si dovrebbe mai trascurare la possibilità di sviluppare una buona autostima. Sarebbe importante che questo tema venisse riconosciuto come significativo fin dalle prime fasi dello sviluppo dell’età infantile, in modo da gettare le basi, per riuscire a costruire nel tempo una stima di sé adeguata. Ma come fare a livello pratico a raggiungere questo obiettivo? Vediamo qualche consiglio che si può rivelare utile.

L’importanza dell’atteggiamento verso se stessi

Come viene spiegato su Efficacemente.com (trovi l’articolo qui: https://www.efficacemente.com/piu-autostima/come-aumentare-l-autostima/), una delle caratteristiche basilari per poter sviluppare un’adeguata stima nei confronti di se stessi è l’atteggiamento che si ha nei propri confronti.

In tutto questo processo contano alcuni elementi fondamentali. Soprattutto devi tenere in considerazione il modo in cui ti percepisci, in cui ti descrivi. Anche questo atteggiamento contribuisce a creare un’adeguata immagine di te stesso, creando una vera e propria realtà.

Se ti sottovaluti troppo e sminuisci le tue capacità, potresti apparire come una persona insignificante. Tieni sempre presente la differenza che può intercorrere tra l’umiltà e l’automortificazione. Non per forza i due concetti si presuppongono, anzi spesso sono proprio slegati e l’uno esclude l’altro.

Dovresti imparare a riconoscere le doti che hai, nutrendo rispetto nei tuoi confronti e mostrando tutto ciò anche agli altri.

Fidarsi delle proprie sensazioni

Ricordati sempre che le tue sensazioni sono molto importanti. Spesso si tratta di intuizioni, ma possono autoregolarti in un certo senso. È molto importante infatti che tu impari a fidarti di esse, senza reagire impulsivamente.

Spesso l’autostima viene compromessa dal fatto che permettiamo agli altri di decidere al posto nostro. Invece dovremmo imparare a decidere più autonomamente, per non correre il pericolo di sentirci prigionieri delle decisioni degli altri. Tutto ciò contribuisce sicuramente a costruire una maggiore sicurezza interiore.

Praticare l’introspezione

Spesso ci troviamo a vivere in una società che dà molta importanza all’apparire piuttosto che all’essere. Viviamo ritmi frenetici che non ci permettono molte volte di soffermarci a guardarci dentro.

Invece, proprio in vista della costruzione di una buona autostima, dovremmo imparare a ritagliarci il tempo giusto per praticare l’introspezione.

Chiediamoci veramente che esperienze abbiamo avuto e come e se esse hanno influito sulla nostra crescita, facciamo un elenco delle nostre doti e delle nostre abilità. Smettiamo di pensare troppo alle nostre debolezze e concentriamoci sui nostri punti di forza.

Inoltre riflettiamo su che cosa ci fa sentire contenti e su che cosa veramente assume importanza per noi nella nostra vita.

Non farsi condizionare dagli altri

Spesso ci sentiamo molto condizionati dalle aspettative degli altri. Questo può portare ad un crollo dell’autostima, specialmente quando vogliamo dimostrare che rispondiamo a certi “criteri” stabiliti dall’esterno.

Il condizionamento da parte degli altri può essere molto determinante e creare dei periodi di crisi che coinvolgono anche gli studi, la carriera e la famiglia. Al contrario, chi ha una buona autostima è contento di parlare delle proprie esperienze, rivalutandole e facendone comprendere l’importanza.

Dovremmo imparare a lasciare perdere soprattutto il parere delle persone che non hanno molta importanza nella nostra esistenza.

Perdonare se stessi e gli altri

Anche il senso di rabbia e il rancore che portiamo verso gli altri possono influire negativamente sulla nostra autostima. In fin dei conti autostima è sinonimo di crescita e crescere vuol dire assumersi le personali responsabilità, rinunciando al bisogno di accurare gli altri.

Capita che accusare gli altri sia una situazione istintiva, che utilizziamo per far fronte alle situazioni. Ma in questo modo non facciamo altro che evitare di analizzarci e quindi non abbiamo nemmeno la possibilità di correggere eventualmente il nostro comportamento sbagliato.

About Pamela Tela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.