Home / Tecnologia / Spid, Sistema pubblico di identità digitale anche per i servizi web del Fisco
Spid, Sistema pubblico di identità digitale anche per i servizi web del Fisco
Spid, Sistema pubblico di identità digitale anche per i servizi web del Fisco

Spid, Sistema pubblico di identità digitale anche per i servizi web del Fisco

Spid, il Sistema pubblico di identità digitale, diventa la chiave di accesso anche per i servizi del Fisco. A darne notizia con un comunicato è stata l’Agenzia delle Entrate nel precisare che, con l’ingresso dei servizi web del Fisco nel mondo Spid, grazie al Sistema pubblico di identità digitale è ora possibile, tra l’altro, visualizzare la propria posizione nel cassetto fiscale, consultare i dati catastali e registrare un contratto di locazione.

Sistema pubblico di identità digitale tra le modalità di accesso a Fisconline

Spid diventa così una delle modalità di autenticazione per l’accesso ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate da parte di 7,3 milioni di utenti, dei quali 6,7 milioni, precisa altresì il Fisco con una nota, sono utenti che accedono a Fisconline.

Usare Spid, mette altresì in evidenza l’Amministrazione finanziaria dello Stato, significa utilizzare una sola username ed una sola password per interagire via computer con le Amministrazioni Pubbliche.

Cosa si può fare con Spid – Sistema pubblico di identità digitale

Per esempio, con Spid, grazie all’apertura del Fisco ai servizi web, ora si può inviare la dichiarazione dei redditi precompilata 2018, si può registrare un contratto di locazione, come sopra accennato, ma si può pure iscrivere il figlio a scuola, si possono richiedere prestazioni come il bonus mamma, oppure si può prenotare online una visita in ospedale.

Spid, Sistema pubblico di identità digitale, è stato lanciato nel mese di marzo del 2016 nell’ottica della semplificazione del dialogo tra i cittadini e la Pubblica Amministrazione. Ad oggi a scegliere Spid in Italia sono già 2,3 milioni di persone, delle quali il 61% sono donne ed il 39% uomini. Attualmente i gestori di identità digitale sono otto, mentre per approfondimenti c’è il sito Internet istituzionale spid.gov.it.

About Luca Di Pasquale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre + dieci =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.