Home / Viaggi / Golfo Aranci: cosa vedere in questa località della Sardegna
Golfo Aranci

Golfo Aranci: cosa vedere in questa località della Sardegna

La Sardegna è senza ombra di dubbio una delle Regioni più belle d’Italia, caratterizzata da un mare cristallino e da paesaggi mozzafiato, sia sulle coste che nelle aree interne. Non a caso, la Sardegna è una delle mete preferite dai turisti: la Regione, infatti, accoglie ogni anno moltissimi visitatori provenienti da tutto il mondo. Nella zona nord-orientale si trova una delle zone maggiormente frequentate dai villeggianti: stiamo parlando della Gallura, che è particolarmente rinomata per le sue spiagge davvero incantevoli.

Cosa vedere

Proprio qui si estende il comune di Golfo Aranci, in provincia di Sassari, che è uno dei posti di rilievo della Gallura. Molto significativa è la storia del porto e da dove deve il suo nome Golfo Aranci. Sebbene si tratti di un piccolo borgo – circa 2500 abitanti – Golfo Aranci è un vero e proprio porto naturale, amatissimo dai vacanzieri. Il nome “Golfo Aranci” non deve ingannare: gli agrumi non c’entrano nulla, dato che la denominazione deriva dal dialetto “Golfu di li Ranci”, ovvero Golfo dei Granchi. Oltre al paese, sono piuttosto famose anche le frazioni, specialmente Nodu Pianu e Bados, che sono quelle a maggiore vocazione turistica.

Golfo Aranci è una località dalla tradizione millenaria, come si evince anche da alcuni resti sparsi per il territorio: un esempio è il pozzo sacro di Pozzo Milis, che conferma come già nel periodo nuragico era presente un insediamento. Golfo Aranci è nota anche per essere una delle località sarde più “vicine” alla penisola italica ed è anche per questo che è sempre stata un luogo di grandi scambi commerciali. Questa peculiarità emerge con grande chiarezza nel cimitero degli inglesi, che si trova a Cala Greca, dove si trovano tantissimi marinai e pescatori che trafficavano nei pressi di Golfo Aranci.

Per quanto riguarda le bellezze artistiche, una delle cose più importanti da vedere è certamente la Chiesa di San Giuseppe, che diversamente da ciò che si può pensare non si trova nel centro del paese, bensì nella zona prossima al porto. Una volta questo edificio era una semplice cappella, di proprietà di una famiglia del posto: dal 1962 è diventata Chiesa vera e propria, e gli abitanti di Golfo Aranci non mancano mai di ribadire il loro legame con questa chiesa.

Ma come accennato in precedenza, Golfo Aranci è ammiratissima per le sue spiagge e per il suo mare, ed è per questo che la principale attività nel borgo è proprio il turismo (anche grazie alla vicinanza con la Costa Smeralda). Ma quali sono le spiagge più belle di Golfo Aranci? Partiamo subito con il dire che, nonostante si tratti di un piccolo comune, Golfo Aranci è caratterizzato da un gran numero di spiagge, tutte affascinanti. Una delle spiagge preferite dai turisti è Cala Sabina, anche per la presenza di ginepri intorno ad essa che contribuiscono a rendere il paesaggio ancora più straordinario.

Golfo Aranci, le spiagge più belle

Altre spiagge che meritano una “visita” sono Cala Sassari, dove il mare è di un azzurro da sogno, e Cala Girgolu, che non è molto conosciuta: può essere un vantaggio, in quanto si può prendere un po’ di sole o fare il bagno nella tranquillità assoluta. Al contrario, Cala Banana è praticamente la più frequentata, specialmente dalle famiglie: stesso discorso per Cala Sos Aranzos, che ha come caratteristica principale una sabbia di colore bianco, estremamente fine.

Anche la Spiaggia Marana piace molto alle famiglie, specialmente quelle con bimbi piccoli, perché è un luogo costituito da fondali molto bassi: anche i più piccini possono fare il bagno senza problemi. Infine, non può mancare un passaggio al promontorio di Capo Figari: vi troverete di fronte ad un panorama memorabile.

About Pamela Tela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.