Home / Casa / Arredare casa ai tempi del Covid: cosa dovresti sapere
arredo casa

Arredare casa ai tempi del Covid: cosa dovresti sapere

Negli ultimi mesi, il nostro modo di vivere gli ambienti domestici è cambiato tantissimo. L’emergenza sanitaria ci ha messi di fronte alla necessità di passare molto più tempo tra le mura di casa.

Per questo, oggi come oggi, è impossibile non ragionare nell’ottica di arredamento della casa ai tempi del Covid-19. Non importa quale fornitore si scelga per l’acquisto dei vari elementi: si può optare per store fisici o per e-commerce famosi come www.arredamentipignataro.it, ma se non si ha alla base una consapevolezza di come muoversi poco cambia.

Se stai cercando consigli su come orientarsi in merito all’arredamento della casa ai tempi del Coronavirus, nelle prossime righe di questo articolo puoi trovare alcune informazioni importanti.

Ergonomia prima di tutto

Per tantissime persone, il 2020 è stato l’inizio dello smartworking. Lavorare, soprattutto in maniera sedentaria, tra le mura domestiche, implica l’attenzione all’ergonomia degli arredi. Il principale riferimento che viene in mente in merito è senza dubbio la sedia.

Quando si tratta di scegliere una sedia ergonomica, bisogna tenere in conto diverse caratteristiche fondamentali. Tra queste, rientrano la regolabilità dell’altezza, ma anche quella dello schienale. Non bisogna trascurare gli accessori, tra i quali è possibile includere il cuscino ergonomico.

Vita privata vs lavoro

Affrontare lo smartworking dopo una vita in ufficio ha rappresentato, per molte persone, un problema non indifferente. Come mai? Innanzitutto per la difficoltà nel separare gli spazi dedicati al lavoro da quelli della vita privata.

Sono tante le soluzioni in merito. Tra queste, rientra il fatto di posizionare dei paraventi rimovibili. Nei casi in cui si ha un monolocale, si può fare riferimento anche a pareti scorrevoli in vetro.

Un’ulteriore soluzione per arredare la casa ai tempi del Covid-19 prevede il fatto di optare, nel momento in cui si devono dividere gli spazi lavorativi da quelli privati, per dei tappeti diversi a seconda della destinazione dello spazio nell’ambito della medesima stanza.

Mettendo un tappeto di un colore sotto scrivania e uno di una cromia differente sotto il divano, si riesce a dividere, anche solo psicologicamente, i vari spazi della casa, trovando una distinzione fisica tra privato e lavoro.

Balcone, che passione

Soprattutto nei mesi della quarantena di primavera 2020, chi ha un balcone in casa lo ha apprezzato ancora di più. Oggi come oggi, arredarlo è fondamentale. Tra le indicazioni più utili al proposito rientra il fatto di concentrarsi sui tavolini e le sedie pieghevoli. Questi elementi d’arredo si possono trovare in commercio in diversi stili e con caratteristiche esteticamente gradevoli.

Amplia le finestre (se puoi)

Se hai acquistato una casa da ristrutturare ex novo, una buona idea prevede il fatto, se la legge lo consente, di ampliare le finestre. Aerare gli ambienti interni è infatti fondamentale, come specificato più volte dagli esperti, per abbassare il rischio di contrarre il Covid.

Concentrati sull’ingresso

Nei casi in cui si ha una zona dedicata all’ingresso – considerata un vero e proprio filtro tra la casa e il mondo esterno – è opportuno arredarla senza lasciare nulla al caso. Tra gli aspetti che è bene prendere in considerazione rientra l’inserimento di elementi d’arredo atti a ospitare sia i vestiti, sia le scarpe utilizzate all’esterno. Gli esperti raccomandano infatti, se possibile, di cambiare gli indumenti e le calzature non appena si entra in casa, disinfettando quelli usati fuori.

Sostenibilità prima di tutto

Quello che stiamo vivendo ci ha portato a considerare sempre di più il rapporto con la natura. Per questo, nel momento in cui si arreda casa ai tempi del Covid-19 è bene fare attenzione alla sostenibilità dei brand a cui si fa riferimento.

About Pamela Tela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.