Home / Casa / Come decorare la casa in stile classico moderno
stile classico moderno

Come decorare la casa in stile classico moderno

Se ti piace l’eleganza o la raffinatezza, puoi decidere di decorare la casa in stile classico moderno. Per fare ciò, dovrai semplicemente sfruttare le caratteristiche della decorazione classica, ma abbinandole a dettagli più moderni, anche propri di altri stili. Ovviamente, le idee che andremo a presentarti possono essere applicate sia a case completamente nuove che a quelle più vecchie, in cui probabilmente ci sono già ottimi presupposti per l’applicazione di questo stile, sia per la tipologia degli spazi a disposizione che per i mobili esistenti. Come vedrai nelle sezioni successive, per ottenere questo risultato con successo devi conoscere le linee guida dello stile classico, in modo da abbinarle perfettamente alle novità di oggi. In realtà, quello classico è uno stile che non è andato perso, a prescindere dal passare degli anni, il che non significa che non abbia subito modifiche e adattamenti. Ecco perché, nell’era attuale, è così facile ricrearlo. Un consiglio: prendi spunti dalla decorazione francese, che ti aiuterà a prendere ispirazione: disegna anche interni barocchi, neoclassici e persino rococò.

Caratteristiche dello stile classico

Pertanto, prima di spiegare com’è la decorazione in stile classico moderno, vedremo le caratteristiche della decorazione classica originale o “semplice”. Spiccano soprattutto le idee di equilibrio e calore, cosa comune a tutti gli spazi. Questi spazi si distingueranno per apparire ampi, oltre che per essere molto luminosi. D’altra parte, la simmetria è molto importante. Per questo motivo, gli oggetti si trovano spesso in coppia aumentando, così, la sensazione di equilibrio, proporzione. Altre caratteristiche importanti:
  • Gamma colori: predominanza dei colori crema, compresi i verdi grigiastri, il giallo chiaro, ovviamente il beige. In breve, i colori neutri.
  • Mobili: di solito hanno le gambe tornite. Uso ricorrente di poltrone, tavolini, poltrone.
  • Soffitti e pareti: effetto di imponenza, esaltato dalla grande altezza dei soffitti. Su alcune pareti è possibile vedere carte da parati, a volte con motivi floreali. È comune trovare anche motivi in gesso, bordi, modanature e aste.
  • Vegetazione: importante presenza di piante, anche come motivi decorativi (arabeschi) in oggetti, tendaggi, tappeti e tappezzeria.
  • Oggetti decorativi: lampadari enormi, specchi con cornici eleganti, dipinti, lampadari, lampade, sculture.
  • Spicca l’idea della simmetria: tante volte troveremo oggetti disposti in parallelo, come se uno fosse il riflesso dell’altro.
  • Materiali: soprattutto spicca l’uso del legno (mogano, rovere, noce, castagno…) e della porcellana. Non dimentichiamo il vetro, soprattutto negli oggetti decorativi.
  • Tende: realizzate con tessuti molto lunghi e pesanti. I più utilizzati sono i velluti e i broccati: entrambi, tra gli altri, possono essere visti anche nei rivestimenti dei mobili o nei tappeti.
Questo non vale solo per i soggiorni o le camere da letto (gli spazi in cui questo stile mostra tutte le sue caratteristiche), ma anche per le cucine o i bagni. Piccoli oggetti come rubinetti, maniglie e serrature danno informazioni sui tipi di stile scelti. Nella camera da letto la gestione degli spazi diventa fondamentale: pensa che ai lati del letto, nello stile classico, sono presenti i comodini; un materasso matrimoniale standard ha misure di 160*190; poi avrai bisogno di un corridoio comodo ai lati del letto.

Decorazione in stile classico moderno

Successivamente, vedremo la combinazione dei dettagli precedenti analizzati con quelli più moderni. Al giorno d’oggi, è normale che lo stile classico venga mescolato con alcuni dettagli contemporanei. Ciò non significa che debba perdere la sua essenza autentica. Per realizzare un decoro in stile classico moderno (o quella che può essere definita una “rinnovata classicità”), dobbiamo tenere conto delle seguenti idee, generalmente più innovative:
  • Gamma cromatica: ora le pareti saranno bianche. Puoi pensare alla bicromia con le combinazioni bianco-blu o bianco-nero, giocando con i contrasti tra i mobili e le pareti. Inoltre, inizieranno a essere utilizzati colori un po’ metallici.
  • Mobili: si raccomandano linee sempre più semplici.
  • Pareti e soffitti: in questo caso, le modanature, i battiscopa, i bordi, i pannelli dipinti con texture continueranno a essere mantenuti. Se le hai, sfrutta le travi, le colonne e le modanature esistenti.
  • Nuovi materiali: ora si assiste ad un “alleggerimento” nei legni utilizzati. I materiali lucidi o l’acciaio inossidabile acquisiscono ora più importanza.
  • Tessuti: troviamo due opzioni principali, o tessuti semplici o tessuti con stampe che non attirano o distolgono troppo la nostra attenzione. Un’eccezione è costituito dalle stampe cosiddette “animalier”.
Un’altra idea: prestare attenzione alla continuità visiva. Vale a dire: decora di conseguenza anche i luoghi di passaggio, come scale, atri, corridoi e persino giardini .

Conclusioni

Se segui questi suggerimenti, potrai allontanarti un po’ da tutto ciò che è considerato “tradizionale”, poiché puoi mescolare il classico con idee di altri stili, come l’industriale o il nordico. In questo modo il risultato, pur avendo ancora un carattere classico, avrà un tocco più innovativo e, quindi, moderno. Inoltre, non dimenticare che puoi sempre riutilizzare e restaurare vecchi oggetti e mobili inutilizzati. Il risultato può essere molto originale. Per tutto questo è necessario cercare un perfetto connubio tra passato e presente. Quindi non dimenticheremo questo stile, fino ad ora senza tempo.

About Pamela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.