Home / Casa / Come proteggere dai ladri gli oggetti di valore in casa
ladro

Come proteggere dai ladri gli oggetti di valore in casa

Se in casa abbiamo degli oggetti di valore, uno dei problemi che ci possiamo ritrovare ad affrontare consiste nel fatto di dover nasconderli bene per non farli rubare dai ladri in caso di furto nella nostra abitazione. Ci riferiamo ai gioielli, agli oggetti d’argento, ai quadri d’autore o a diversi oggetti da collezione che, oltre ad avere un valore economico consistente, possono rappresentare anche un certo valore affettivo per la famiglia. Ecco perché dobbiamo sempre difendere questi oggetti che abbiamo in casa e a cui teniamo particolarmente. Ma come possiamo fare per difendere i nostri oggetti dai ladri e soprattutto quali sono i nascondigli a cui fare riferimento in maniera più opportuna? Cerchiamo di saperne di più a questo proposito.

I nascondigli da utilizzare in casa

In casa, come abbiamo specificato, possiamo avere vari oggetti a cui teniamo particolarmente, come pezzi d’argenteria o da collezione o come armi, che devono essere sempre mantenuti in buono stato, grazie anche all’utilizzo di prodotti di lubrificazione, come MF-82. Tutti questi oggetti di cui stiamo parlando andrebbero sempre protetti ed è opportuno non lasciarli in bella vista.

Per esempio li possiamo tenere all’interno di una cassaforte, ma ci sono delle regole da adottare anche da questo punto di vista, infatti spesso, quando si pensa ad una cassaforte, si fa riferimento a nasconderla dietro un quadro in camera da letto.

È bene, invece, evitare questi luoghi comuni. Meglio inserire la cassaforte nel muro dietro ad un mobile o in una botola realizzata sotto al letto, per poi ricoprire il tutto con un tappeto.

Per i ladri così diventa davvero difficile raggiungere questi nascondigli, anche perché dovranno impiegare molto tempo a cercarli. Quindi in questo senso per esempio altri nascondigli ideali potrebbero essere quelli costituiti dal doppiofondo di un armadio o da una valigia che teniamo nascosta in un ripostiglio.

Un altro nascondiglio ideale potrebbe essere rappresentato da una libreria con scaffali profondi. Anche qui si può mettere una cassaforte. Per quanto riguarda gli oggetti più piccoli, come per esempio i gioielli o il denaro in contanti, si possono nascondere nelle confezioni dei biscotti o in quelle dei farmaci.

Altri sistemi per proteggere la casa

Come fare a nascondere gli oggetti di valore per non farli rubare dai ladri? È questa la domanda a cui stiamo cercando di rispondere, facendo riferimento a quegli oggetti a cui teniamo particolarmente e che possiamo avere in casa.

L’idea migliore è sicuramente quella di pensare a dei nascondigli ideali, come quelli che abbiamo suggerito precedentemente, ma ci sono anche altre regole da seguire e degli altri sistemi infallibili per rendere la nostra abitazione a prova di ladro.

Per esempio potremmo ricorrere all’installazione di un antifurto. Ci sono degli antifurti che agiscono anche come deterrente, in quanto i ladri difficilmente sono disposti a correre il rischio di essere colti sul fatto proprio perché c’è la presenza di un allarme. In fin dei conti pensiamo sempre che un antifurto con allarme può disturbare l’azione dei malintenzionati, perché potrebbe attirare l’attenzione dei vicini.

Possiamo pensare anche di collegare l’antifurto a delle videocamere, in modo da avere un maggiore grado di sicurezza, riprendendo tutto ciò che accade in casa quando non ci siamo. Ci sono anche sensori e fotocamere che sono in grado di trasmettere le immagini in tempo reale al nostro smartphone, per controllare a distanza tutta la situazione.

Inoltre possiamo pensare, come altro sistema di protezione per rendere la casa più sicura, all’installazione di una porta blindata. Anche se i ladri possono forzare pure la porta blindata, comunque dovranno impiegare più tempo rispetto a quello che impiegherebbero per una porta comune. Queste condizioni li potrebbero indurre a scappare via più facilmente.

About Pamela Tela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.