Home / Casa / Pavimento a casa: l’importanza della scelta giusta

Pavimento a casa: l’importanza della scelta giusta

La scelta del tipo di pavimento è una fase importante nell’organizzazione della propria casa ma spesso si può andare in confusione per la vasta gamma di pavimenti da poter selezionare (gres, parquet, cotto…etc).

Ma con i suggerimenti giusti si può optare per la pavimentazione perfetta a seconda dello stile, dell’ambiente e del budget. Una scelta in tal senso ha un ruolo di primaria importanza, dal momento che, se magari è facile cambiare la nuance delle pareti o è facile sostituire un mobile, la questione per il pavimento è più complessa e dunque dovrebbe richiedere maggiori riflessioni rispetto ad altri componenti d’arredo.

Pavimento a casa: come si sceglie quello giusto

Per la scelta del pavimento che più si addice alla propria casa si deve avere davanti agli occhi, in primis, il proprio stile di vita e le proprie esigenze quotidiane.

Ad esempio, se si vive da soli o in coppia (senza bimbi), la scelta può protendere per ogni tipologia di pavimento, anche il più sensibile, come il marmo.

Qualora invece si abbiano dei bambini, il discorso è completamente invertito, e la stessa cosa vale se si hanno degli animali domestici, a partire dai cani. In questo caso la pavimentazione dovrà essere duratura nel tempo e quanto più resistente possibile.

Quando si sceglie il pavimento si deve tener conto pure dell’allocazione dell’ambiente. Questo vuol dire che, per una zona adiacente al giardino è meglio avere un pavimento fatto di materiali ultra resistenti, antigraffio e resistenti alle aggressioni.

In cucina non si addice una pavimentazione sensibile e non idrorepellente, ma è sempre meglio optare per piastrelle che resistono alle macchie, all’umidità e alle varie operazioni di pulizia a volte aggressive. Nonostante quello che si potrebbe pensare, anche un parquet può essere una buona soluzione se di qualità, trattato bene e posato da professionisti. Il medesimo discorso si applica per il bagno.

Per quanto riguarda invece le camere da letto, si può scegliere anche un pavimento più accogliente e caldo, proprio come il parquet, specie se non si vuole rinunciare al comfort di camminare a piedi nudi.

Tipologie di pavimentazione

Per la maggior parte delle case, oggi si protende alla scelta di tre tipi di pavimento (anche perché è ormai caduta in disuso la vecchia piastrella, applicata solo sulle pareti in cucina):

  • il gres
  • il parquet
  • il cotto

Il gres è una tipologia di pavimentazione che resiste e dura nel tempo, che emula e imita altri tipi di materiali come legno, pietra o altri materiali.

Ad oggi risulta la pavimentazione più gettonata e scelta dal momento che, grazie alla cottura a temperature elevatissime (circa 1.250 C°), è uno dei pavimenti maggiormente resistenti che si trovano in commercio.

Il gres si trova in due versioni: porcellanato e rosso, ma in ambedue i casi la superficie cambia, e la si trova smaltata, non smaltata oppure levigata. Il gres porcellanato con superficie smaltata è il più facile da tenere, in quanto non ha potere assorbente.

Il parquet è il desiderio nascosto di tutti, in quanto emblema di comfort ed eleganza. Caldo d’inverno e fresco d’estate, ha una conducibilità termica ed isolamento acustico senza paragoni, diventando così la tipologia di pavimentazione più bramata. Acquistando un campione di parquet online come su  Parquetsartoriale.com la scelta sarà quella da far girare la testa per un pavimento ad hoc.

Il parquet tradizionale è fatto in massello e anche grezzo, al fine di essere levigato e modificato sul posto, con cera, olio o vernice secondo le richieste.

Il parquet prefinito, invece, si vende già trattato e va soltanto posato. Coloro che tendono alla scelta del parquet potranno optare per numerose essenze, che cambiano tra loro a seconda delle caratteristiche di durevolezza, colore e finitura.

Il cotto si compone invece di argilla impastata con acqua e si trova in due sottotipi: cotto smaltato e cotto antico.

Il cotto smaltato ha di solito una superficie irregolare provocata da un assorbimento diverso dello smalto; mentre il cotto antico è composto di tante irregolarità, date dalla produzione artigianale che fanno sì che sia un tipo di pavimento chic e senza eguali.

About Pamela Tela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette + quindici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.