Home / Economia / Carige taglia 1000 posti di lavoro e 120 filiali
tagli posti di lavoro

Carige taglia 1000 posti di lavoro e 120 filiali

Studia da Ragioniere, poi trovi un posto in Banca, sicuro e per tutta la vita, hai il futuro assicurato! Questo veniva detto ai giovani anche in tempi recenti, e tanti, realmente, hanno seguito questi consigli e si sono trovati bene, quattordicesima, quindicesima, stipendi alti, una pacchia? Sì, fino a che è durata ma oggi la situazione è cambiata: Basta vedere le vicende di MPS, delle quattro famigerate Banche salvate in modo rocambolesco da Renzi, delle vicende di Popolare di Vicenza e Veneto Banca.

Migliaia di lavoratori che si trovano a dover abbandonare il lavoro “volontariamente”, un disastro sociale. Ultima notizia che giunge da Genova è la decisione dei vertici di Carige, una delle banche un po’ nella bufera negli ultimi tempi, di chiudere 120 filiali sparse sul territorio e la risoluzione di oltre 1000 posti di lavoro. Negli ultimi tempi del Governo Renzi, lo stesso aveva dichiarato che il settore Bancario doveva perdere molti posti di lavoro per recuperare in redditività, prospettando 25 mila posti di lavoro in meno entro il 2020.

Si sta andando su questa strada ma il pericolo è che tutto questo venga preso come un destino ineluttabile, una necessità dettata da motivi economici. Se una qualunque grande azienda facesse l’annuncio di licenziamento di migliaia di lavoratori ci sarebbe una mezza rivoluzione, giustamente, l’indignazione popolare, il sollevamento delle masse da parte dei Sindacati. I bancari non sono lavoratori come tutti gli altri? Perché non si registra un’analoga mobilitazione?

Giusto ieri, nel Question Time alla Camera, abbiamo assistito ad un’interrogazione per sapere cosa il Governo intendeva fare a tutela dei posti di lavoro dei lavoratori Ericsson licenziati, alcune decine di persone che Devono essere giustamente tutelate, e le migliaia di Bancari chi sono?

About Pamela Tela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × quattro =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.