Home / Economia / Classifica più ricchi in Italia: ecco i primi dieci Paperoni, fuori Berlusconi
Classifica più ricchi in Italia, ecco i primi dieci Paperoni, fuori Berlusconi
Classifica più ricchi in Italia, ecco i primi dieci Paperoni, fuori Berlusconi

Classifica più ricchi in Italia: ecco i primi dieci Paperoni, fuori Berlusconi

Leonardo Del Vecchio, i fratelli Rocca di Tenaris, e la coppia formata da coppia Miuccia Prada e Patrizio Bertelli. E’ questo il primo, il secondo ed il terzo posto per i Paperoni italiani 2018 in accordo con quanto è stato riportato da Secoloditalia.it citando quanto pubblicato e ricostruito dal Quotidiano Il Messaggero su dati di Milano Finanza.

Leonardo Del Vecchio primo Paperone d’Italia per il sesto anno di fila

Leonardo Del Vecchio, che è il fondatore del colosso degli occhiali Luxottica, è primo tra i Paperoni di Borsa italiani per il sesto anno di fila, i fratelli Rocca devono le loro ricchezze alla Tenaris, il colosso delle infrastrutture per il trasporto di gas e petrolio, mentre il patrimonio di Miuccia Prada e Patrizio Bertelli è legato alla loro casa di moda.

Nella top ten ci sono poi Stefano Pessina con la multinazionale della distribuzione farmaceutica Walgreens Boot Alliance, le famiglie Agnelli-Nasi-Elkann, che devono le loro ricchezze in prevalenza alla cassaforte rappresentata dalla società Exor SpA., i fratelli Benetton con le autostrade, Luca Garavoglia che è il primo azionista del gruppo Campari, l’imprenditore francese Emmanuel Besnier, Alberto e Andrea Recordati dell’omonimo gruppo farmaceutico. Non passa inoltre inosservata l’assenza in classifica dell’ex Premier Silvio Berlusconi che, dopo tanti anni, è fuori dalla top ten dei Paperoni italiani di Borsa.

Il patrimonio di Leonardo Del Vecchio, patron della società Luxottica, cresce a due cifre anno su anno. Idem per i fratelli Rocca con la società Tenaris

Leonardo Del Vecchio, 83 anni, è il Paperone d’Italia 2018 con un patrimonio personale che è valutato in quasi 21 miliardi di euro, e che è cresciuto di quasi 17 punti percentuali rispetto allo scorso anno. I fratelli Rocca, invece, si devono accontentare di ‘soli’ 10,7 miliardi di euro ma con un balzo rispetto allo scorso anno pari a poco più del 28%.

About Luca Di Pasquale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici − 9 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.