Home / Economia / Mobilitazione pastori e agricoltori, il 12 febbraio a Montecitorio
Mobilitazione pastori e agricoltori, il 12 febbraio a Montecitorio
Mobilitazione pastori e agricoltori, il 12 febbraio a Montecitorio

Mobilitazione pastori e agricoltori, il 12 febbraio a Montecitorio

E’ fissato per le ore 9,30 di martedì prossimo, 12 febbraio del 2019, il raduno dei pastori e degli agricoltori davanti a Piazza Montecitorio. Ne dà notizia la Coldiretti nel precisare al riguardo come i pastori e gli agricoltori, in presenza di Ettore Prandini, che è il presidente nazionale dell’Organizzazione, chiederanno di incontrare gli esponenti istituzionali al fine di avere risposte alla crisi di settore che spazia dal crollo del raccolto nazionale di olio di oliva, al latte di pecora che è sottopagato e che sta mettendo in ginocchio le attività dei pastori sardi.

Crisi agricoltura tra Xylella, danni da maltempo e prezzi all’origine da fame

La Coldiretti, in vista della manifestazione di pastori e agricoltori, ricorda come tra la Xylella ed il gelo si registri la distruzione di milioni di ulivi, mentre i pastori sardi dal latte prodotto non riescono a recuperare nemmeno i costi di produzione in quanto i prezzi all’origine proposti sono troppo bassi.

Si tratta, sottolinea altresì l’Organizzazione degli agricoltori, di emergenze drammatiche per le quali non c’è più tempo altrimenti si rischia la desertificazione nelle campagne con i produttori agricoli costretti a lasciare le aziende che conducono. E visto che l’agricoltura è un settore strategico per il Made in Italy, le ricadute sull’economia rischiano di essere devastanti. Basti pensare che nel nostro Paese in dieci anni le pecore sono diminuite di 1 milione di unità.

Crisi prezzo all’origine del latte, in Sardegna si allevano 4 pecore su 10

Sulla crisi del latte, solo in Sardegna sono presenti 4 pecore su 10 allevate in tutta Italia, ragion per cui è importante che venga innalzato a favore dei pastori sardi il prezzo riconosciuto da parte delle industrie casearie. ‘Il prezzo di circa 60 centesimi al litro è una elemosina che non copre neanche i costi di allevamento e di alimentazione’, riporta non a caso la Coldiretti con una nota.

About Annalisa Ruzzo