Home / Economia / Telemarketing, Federconsumatori: resta inattuata nuova disciplina e registro opposizioni
Telemarketing, Federconsumatori: resta inattuata nuova disciplina e registro opposizioni
Telemarketing, Federconsumatori: resta inattuata nuova disciplina e registro opposizioni

Telemarketing, Federconsumatori: resta inattuata nuova disciplina e registro opposizioni

Sul telemarketing, nonostante sia passato un anno, non è stata ancora data attuazione alla nuova disciplina ed al registro delle opposizioni. A farlo presente con una nota è stata l’Associazione Federconsumatori nel ricordare da un lato come l’applicazione del registro delle opposizioni sia stata approvata dal Senato della Repubblica nel mese di dicembre del 2017, ma dall’altro non è stata data ancora attuazione all’estensione del blocco delle chiamate indesiderate a tutti i numeri riservati, comprese le numerazioni mobili.

Regolamento attuativo del Ministero dello Sviluppo Economico sul telemarketing, chi l’ha visto?

In teoria, precisa altresì l’Associazione dei Consumatori, il Regolamento attuativo del Ministero dello Sviluppo Economico sulle chiamate indesiderate doveva essere pubblicato entro un termine di 90 giorni dalla data del 4 febbraio del 2018, ma ancora resta tutto inattuato.

Tra le novità che non trovano ancora attuazione, sempre in materia di telemarketing, c’è pure l’adozione, per i call center, nel numero unico 0844. In questo modo chi riceve la chiamata capisce subito, con lo 0844, che si tratta di una telefonata con finalità di pubblicità, vendita e/o comunicazione commerciale, mentre lo 0843 è il numero unico per finalità ed attività statistiche.

Federconsumatori, ‘operatori telefonici chiamano ad ogni ora’

La mancata attuazione della nuova disciplina e registro opposizioni sul telemarketing, riferisce altresì la Federconsumatori, porta i cittadini ad ‘essere disturbati da insistenti operatori telefonici che chiamano ad ogni ora’.

Di conseguenza, dato che non esiste alcuna giustificazione per questi ritardi, l’Associazione dei Consumatori si è rivolta apertamente al Ministero dello Sviluppo Economico affinché, nel rispetto della privacy dei cittadini, vengano finalmente sbloccati e adottati tutti i provvedimenti che necessitano del via libera per l’attuazione.

About Francesco Santoro