Home / Guide / Antiparassitari naturali per cani: linee guida per una scelta consapevole
cane

Antiparassitari naturali per cani: linee guida per una scelta consapevole

In cambio della compagnia e dell’affetto che questi ci regalano è dovere di chi adotta un cane proteggerlo dagli attacchi di insetti e parassiti invasivi come zecche e zanzare, evitando così sia i piccoli fastidi che i problemi più gravi, come le pericolose malattie a questi associate.

Non vanno infatti prese sottogamba malattie di questo genere, come leishmaniosi e filariosi, ed è perciò buona abitudine proteggere anticipatamente i nostri animali domestici piuttosto che metterne in pericolo la salute e ritrovarci a lottare contro la proliferazione di invasori di cui è poi difficile liberarsi, come nel caso delle pulci adulte.

È proprio qui che entrano in gioco gli antiparassitari. Ma che differenze ci sono tra le varie fasce di prodotto e come facciamo ad orientarci nella scelta?

Le abitudini del proprio animale

L’ambiente in cui vive il nostro cane è sicuramente importante. A seconda delle sue abitudini è infatti più propenso o meno a entrare in conflitto con flebotomi o pappataci, causa tra l’altro della trasmissione di malattie anche nell’uomo.

Durante l’estate e nei periodi più caldi è maggiore la probabilità di imbattersi in questi parassiti, i quali, come nel caso di pulci e zecche, capaci di aggrapparsi alla pelle del nostro cane e proliferare.

Quali sono perciò le accortezze da tenere?

Non volendo sottrarre al nostro cane tutti gli stimoli legati alla sua natura, come giocare negli spazi aperti o con altri cani, è necessario proteggerlo con i giusti prodotti, creati appositamente per la sua tutela. Eppure, molti di questi, avendo composizioni chimiche ed aggressive, possono portare ad altri problemi che, seppur di natura diversa, divengono causa di sgradevoli fastidi.

È per questo motivo che il mercato si è adattato a fornire delle soluzioni di origine naturale così da proteggere, oltre che dagli attacchi dei parassiti, anche da irritazioni e problemi causati dagli additivi chimici contenuti in molte di queste soluzioni.

Ma come funziona un antiparassitario per cani naturale? Semplicemente al posto dei repellenti chimici vengono usati olii ed aromi derivati da origine vegetale e fonte di principi attivi che risultano sgradevoli ai parassiti, scoraggiando così l’attacco degli ospiti indesiderati.

Come scegliere il prodotto giusto

Come per ogni altro prodotto, non esiste un’unica soluzione adatta ed efficace a prescindere, ma è necessario scegliere tra le diverse tipologie in commercio a seconda delle necessità.

Molto spesso basta solo un po’ di attenzione per imparare a riconoscere il prodotto che fa per noi, verificando semplicemente le specifiche riportate sulle confezioni.

A questo punto però potrebbe verificarsi un ulteriore problema, ovvero, come poter mettere a giusto confronto un prodotto rispetto ad un altro.

Fortunatamente al giorno d’oggi, se ciò che cerchiamo non è possibile reperirlo tramite i negozi presenti nella nostra città, abbiamo comunque la possibilità di consultare lunghi cataloghi online. Come nel caso di robinsonpetshop che, oltre a fornirci una larga gamma di possibilità, ci aiuta anche nella scelta suggerendoci, ad esempio, la provenienza degli ingredienti e le varie proprietà, oltre che un confronto tra rapporto qualità/prezzo.

Nel nostro caso, scegliendo tra quelli disponibili un antiparassitario prodotto dalla Camon, troviamo subito un ottimo rapporto tra indice qualitativo e fascia di prezzo.

Detto fatto, una volta trovato ciò che fa per noi non resta altro da fare che applicarlo sulla cute del nostro cane e siamo pronti per uscire in sicurezza.

About Pamela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.