Home / Lavoro / Aprire un’agenzia immobiliare a Treviso, ecco gli errori da evitare a tutti i costi
agenzia immobiliare treviso

Aprire un’agenzia immobiliare a Treviso, ecco gli errori da evitare a tutti i costi

Il lavoro di ogni agente immobiliare è molto complesso e per nulla scontato. Serve prestare attenzione anche al lato più comunicativo del proprio impiego, come dimostra alla perfezione il sito www.impresaimmobiliare.com: ci sono tanti aspetti su cui riflettere per riuscire a crearsi anche un certo livello di reputazione, dal punto di vista dell’immagine, tra i clienti con il passare del tempo.

Aprire un’agenzia immobiliare a Treviso, il primo passo è la formazione

Spesso e volentieri, uno dei punti deboli di un gran numero di agenti immobiliari è quello di non avere una formazione adeguata al ruolo che ricoprono. Insomma, capita di frequente che non sappiano minimamente come rendere felici i clienti. Quindi, in tantissimi casi non si attua un piano di azione, così come manca un metodo di qualificazione dei clienti, ma anche un metodo di posizionamento dell’immobile in relazione al target. Diversi agenti immobiliare non hanno la minima idea di come provvedere alla gestione delle visite, insomma, sono tanti gli errori dovuti semplicemente al fatto di non aver affrontato un corretto e completo percorso di formazione.

Gli errori più comuni: poca professionalità con i clienti-conoscenti

Tanti agenti immobiliari mirano semplicemente al successo e non, piuttosto, al benessere e alla soddisfazione dei clienti. In realtà, però, le due cose vanno assolutamente di pari passo. Uno degli errori che si riscontra più di frequente è quello di essere poco professionali con i conoscenti. Capita, spesso e volentieri, che un conoscente affidi la vendita o l’affitto della propria abitazione ad un agente immobiliare. In questi casi, c’è un rapporto di fiducia che motiva tale scelta, con la convinzione, da parte del conoscente-cliente, di aver optato per la soluzione migliore, visto che l’agente immobiliare opererà sicuramente con maggiore convinzione.

Ebbene, in realtà tante volte non va esattamente in questo modo. Anzi, capita spesso di vedere degli agenti immobiliari che non si impegnano con i conoscenti come quando devono lavorare per una persona che non conoscono. Si tratta di un errore piuttosto grave, soprattutto per via del fatto che non solo i guadagni vengono sempre posticipati, ma anche potrebbe essere danneggiata notevolmente la reputazione professionale. E il passaparola può essere distruttivo per chi svolge questo lavoro.

Prezzo di mercato e mandato

Uno tra gli altri errori più comuni tra le agenzie immobiliari è sicuramente quello di incrementare il prezzo di mercato dell’immobile da vendere solo ed esclusivamente per poter ricevere il mandato. Si tratta di una strategia che viene attuata da un buon numero di agenti immobiliari, con tanti clienti che spesso e volentieri ci cascano. Una delle regole più importanti che devono essere seguiti dagli agenti immobiliari è quella di privilegiare la vendita e non il venditore.

Altri lavori? Non si possono fare

Capita di frequente di trovare degli agenti immobiliari che, contemporaneamente a questo lavoro, ne svolgono anche altri o si occupano di ulteriori attività. Ebbene, ci sono due considerazioni da fare: se un agente ha altri lavori, non può dedicarsi a tempo pieno al soddisfacimento delle esigenze della propria clientela. E, in secondo luogo, se preferisce mantenere un secondo lavoro, vuol dire che la sua agenzia immobiliare proprio così bene non sta andando. E anche la reputazione, progressivamente, non fa che risentirne in modo negativo.

About Pamela Tela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.