Home / Salute / Lenti a contatto: meglio mensili o giornaliere?
lenti a contatto

Lenti a contatto: meglio mensili o giornaliere?

Oggi qualunque sia il difetto visivo è possibile trovare, dall’ottico di fiducia oppure online, lenti a contatto mensili o giornaliere. Ma quali scegliere? Sicuramente entrambe le soluzioni offrono alcuni vantaggi, che ovviamente variano in base alla tipologia di lente. In effetti non è possibile indicare quale sia la soluzione migliore in assoluto, in quanto molto dipende dalle abitudini di chi indossa le lenti.

Le lenti a contatto giornaliere

Le lenti a contatto giornaliere sono ideali per chi preferisce non doversi prendere troppa cura di questo tipo di accessorio per la vista. Doverle sostituire ogni giorno consente infatti di non doversi preoccupare troppo delle lenti stesse: le si indossa al mattino e a fine giornata le si getta via, senza doverle lavare o conservare in appositi contenitori. Per chi conduce una vita molto attiva, come ad esempio i giovani o chi pratica sport, la lente a contatto giornaliera è sicuramente la soluzione più ideale, anche perché è decisamente molto confortevole.

Si deve poi sempre considerare che chi usa le lenti non sempre è una persona attenta; con le lenti a contatto usa e getta anche la persona più sbadata, che viaggia molto o che è costretta a togliere spesso le lenti non avrà alcun problema. Dopo averle tolte, vanno semplicemente gettate, nelle confezioni infatti se ne trovano circa 30 paia, in modo da averne a disposizione un buon numero. Nel caso in cui si debba praticare uno sport, o nel momento in cui la lente dia un poco di fastidio, la si toglie e la si getta.

Lenti a contatto mensili

Al contrario, le lenti a contatto mensili necessitano di una certa cura; nonostante si tratti di lenti “usa e getta”, anche se non in senso stretto del concetto, è importante avere sempre con sé i fluidi per il lavaggio e la conservazione, oltre che un contenitore per tenerle al sicuro e costantemente umettate. Sono solitamente in un gel di silicono che consente il passaggi dell’ossigeno, cosa che le rende particolarmente comode: neppure ci si accorge di indossarle.

Sono anche il tipo di lenti più economico, soprattutto perché spesso nel corso di un mese una confezione di lenti giornaliere non è sufficiente, cosa che costringe molti ad acquistarne un’altra. Di certo sono la soluzione migliore per chi indossa le lenti ogni giorno e continuativamente, sia dal punto di vista del comfort che per quanto riguarda la questione economica. Inoltre non dimentichiamoci dell’ambiente: chiaramente una lente giornaliera è più inquinante, in quanto ogni giorno avremo un paio di lenti da gettare, a volte anche più di un paio. Mentre con le mensili questo avviene solo una volta al mese.

Le abitudini di chi le indossa

Sostanzialmente è questo che rende più o meno pratico scegliere le lenti a contatto giornaliere o quelle mensili. Se le mensili sono perfette per chi indossa le lenti ogni giorno e per l’intera giornata, le lenti giornaliere sono ideali per coloro che usano le lenti solo sporadicamente, per alcune ore, per poi indossare gli occhiali. Inoltre le seconde sono adatte anche a chi ha gli occhi molto sensibili, perché sono sempre perfettamente pulite e igieniche, senza bisogno di alcun tipo di trattamento di pulizia e di cura particolare.

Sono infatti consigliate per i più giovani, a volte anche per i bambini. Le mensili sono invece perfette per gli adulti, così come le quindicinali, o anche per chi ha già l’abitudine ad indossare le lenti al posto degli occhiali. Chiaramente avere a disposizione i fluidi per l’igiene e l’umidificazione delle lenti non è poi tanto complesso, li si acquista insieme alle lenti, in flaconi comodi anche da trasportare.

About Pamela Tela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.