Home / Salute / Ora legale addio, Ue potrebbe presto fermare gli orologi
Ora legale addio, Ue potrebbe presto fermare gli orologi
Ora legale addio, Ue potrebbe presto fermare gli orologi

Ora legale addio, Ue potrebbe presto fermare gli orologi

Presto in Europa, Italia compresa, l’ora legale potrebbe essere abolita, il che significa che durante l’anno, per due volte, potrebbe non essere più necessario portare le lancette dell’orologio avanti e indietro.

Ora legale addio, 84% dei cittadini Ue è favorevole

Stando a quanto dichiarato da Violeta Bulc, Commissaria europea per i Trasporti, presto al riguardo potrebbe essere messa a punto una proposta di legge da presentare al Parlamento ed al Consiglio Ue tenendo conto della volontà popolare e, in particolare, di un sondaggio da cui è emerso, riporta helpconsumatori.it, che l’84% dei cittadini dice stop all’ora legale.

Nel dettaglio, per il periodo che va dal 4 luglio al 16 agosto del 2018, è stato condotto un sondaggio online al quale hanno fornito una risposta 4,6 milioni di cittadini europei, dei quali solo lo 0,04% dall’Italia. Su tutti i partecipanti, come sopra accennato, oltre 8 su 10 sono d’accordo nell’abolire l’ora legale. Da Bruxelles, che ha preso sul serio il risultato del sondaggio, hanno fatto sapere come mai una consultazione pubblica online da parte dell’Ue avesse sinora raccolto così tante adesioni.

Abolizione ora legale, il Codacons è favorevole

Il Codacons intanto, appresa la posizione Ue, con una nota ha accolto con un plauso l’intenzione di abolire l’ora legale dato che i costi legati allo spostamento delle lancette sono superiori ai benefici.

In merito, non a caso, l’Associazione dei Consumatori ricorda come lo sfasamento di un’ora delle lancette ogni volta, su una percentuale pari all’incirca il 15% dei cittadini, generi conseguenze negative non solo a livello di umore, ma anche fisico con disturbi del sonno, peraltro, per ben un bambino su due.

About Pamela Tela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sette + 13 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.