Home / Tecnologia / Gli ologrammi con stampa a caldo
ologrammi con stampa a caldo

Gli ologrammi con stampa a caldo

Gli ologrammi anti-contraffazione vengono utilizzati sempre in più settori merceologici. Di anno in anno sono sempre più i prodotti contraffatti che vengono immessi sul mercato, facendo perdere milioni e milioni di euro alle varie aziende. Gli ologrammi servono per combattere la contraffazione apponendo sui prodotti un marchio identificativo che indica l’originalità dell’articolo.

Quali sono gli ologrammi anticontraffazione?

Tra i principali bisogna ricordarsi di ologrammi adesivi, quelli con stampa a caldo ed infine gli ologrammi tamper.

Nel caso degli ologrammi con stampa a caldo, l’ologramma viene unito a una superficie usando un processo a caldo. In questo modo l’ologramma diventa inamovibile e non può essere staccato, poiché si unisce al prodotto. Questo tipo di ologrammi viene applicato proprio su quegli oggetti di cui si vuole attestare l’autenticità, un qualsiasi tentativo di manomissione distruggerà l’ologramma.

L’ologramma stesso è autentico e non può essere in alcun modo imitato. A seconda delle esigenze dell’azienda, il film olografico può essere ulteriormente personalizzato per rispondere correttamente ai desideri del cliente. Sull’ologramma con stampa a caldo si possono trasportare dei loghi o persino dei testi. Per fare in modo che l’immagine venga piazzata bene sul supporto durante il processo a caldo, il film olografico realizzato da aziende come Consul+ sul sito www.ologrammi.com può essere realizzato usando le tacche di registro. Tale tipologia di ologrammi è perfetta per realizzare oggetti come i permessi, le card, i cartellini, le lettere, i biglietti di vario genere, i prodotti e le banconote. Il costo non è affatto elevato e si avrà la massima garanzia dell’impossibilità di copiare l’ologramma per falsificare qualche oggetto.

Ologramma con stampa a caldo: in quali settori viene usato?

Il principale settore d’uso di questa tipologia di ologrammi riguarda le banconote. Per evitare la loro falsificazione, si procede con l’applicazione degli ologrammi sulle singole banconote tramite la stessa procedura a caldo. In questo modo l’ologramma viene letteralmente fuso con la banconota stessa e non può più essere separato. In mancanza di un ologramma che ne determina l’autenticità, una banconota è quindi da ritenersi falsa.

Ma non è soltanto il settore finanziario quello in cui vengono sempre di più impiegati degli ologrammi di questo genere. Tra questi spicca, per esempio, quello dei prodotti video: per autenticare l’originalità di un CD o un DVD non è raro trovare sulla confezione un ologramma con stampa a caldo. Questi vengono usati anche nel caso dei prodotti video e di quelli dell’elettronica, oltre che nel caso dei personal computer.

Ultimamente, inoltre, se ne fa un uso sempre più ampio anche nel caso dei vini pregiati. Per attestare l’originalità del prodotto e la sua appartenenza a un particolare brand, sull’etichetta del vino viene apposto un ologramma con stampa a caldo grazie al quale il cliente può essere sicuro di acquistare il prodotto originale e non uno contraffatto. In genere questi ologrammi vengono apposti su tutti quei prodotti che costano molto, come i vestiti di marca, in modo che il cliente non si sbagli nell’acquistare un prodotto contraffatto. Nonostante il livello della lotta alla contraffazione sia piuttosto alto, ancora oggi ci sono delle aziende che preferiscono non proteggere i propri prodotti in questo modo subendo delle notevoli perdite economiche.

About Pamela Tela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.