Home / Tecnologia / Smartphone cinesi, crescita esplosiva sul mercato europeo dei cellulari
Smartphone cinesi, crescita esplosiva sul mercato europeo
Smartphone cinesi, crescita esplosiva sul mercato europeo

Smartphone cinesi, crescita esplosiva sul mercato europeo dei cellulari

In Europa il mercato degli smartphone nel primo trimestre del 2018 ha segnato il passo con un calo delle consegne che si è attestato al 6,3%. A rilevarlo, in accordo con quanto riportato dall’Agenzia di Stampa Ansa.it, sono stati gli analisti della Canalys nel sottolineare come per Samsung ed Apple, nel Vecchio Continente, la leadership di mercato sia confermata a fronte però della crescita esplosiva dei produttori cinesi di cellulari.

Huawei e Xiaomi si fanno strada nel Vecchio Continente

Ci riferiamo, nello specifico, ai produttori Huawei e Xiaomi che per consegne in Europa di smartphone si classificano al terzo ed al quarto posto, ovverosia dietro alla Samsung ed a Apple.

Per Huawei e Xiaomi le strade del mercato europeo, per guadagnare quote a livello globale, sono decisamente più percorribili rispetto al mercato USA dove i due produttori devono far fronte ai dazi introdotti dal Presidente degli Stati Uniti Donald Trump nell’ambito della guerra commerciale con la Cina.

Nokia a sorpresa si inserisce al quinto posto

Grazie al lancio di nuovi modelli, inoltre, Canalys rende noto che la Nokia si è inserita al quinto posto, mentre considerando il singolo modello di cellulare più venduto in Europa nel primo trimestre del 2018, il primato appartiene alla Apple con l’iPhone X.

Canalys ha messo in evidenza, tra l’altro, come il calo complessivo delle consegne di smartphone, nel primo quarto del corrente anno, sia stato causato nel Vecchio Continente dalla forte contrazione nell’Europa occidentale con un ribasso secco del 13,9% compensato solo in parte dal +12,3% che è stato rilevato nell’Europa orientale. Complessivamente le consegne di smartphone sono state pari a 46 milioni di pezzi, di cui 15,9 milioni di unità nell’Europa orientale, e 30,1 milioni di pezzi nell’Europa occidentale.

About Luca Di Pasquale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 + 5 =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.