Home / Tecnologia / TIM e Comau: raggiunto un accordo di collaborazione tecnologica
tim

TIM e Comau: raggiunto un accordo di collaborazione tecnologica

Un accordo molto importante è stato raggiunto tra TIM e Comau nell’ambito di un progetto di collaborazione dal punto di vista tecnologico a vantaggio dell’industria manifatturiera. Ad annunciare l’intesa è stato Luigi Gubitosi, Amministratore Delegato e Direttore Generale di TIM, che si è detto soddisfatto dell’accordo raggiunto. L’obiettivo è quello di favorire la trasformazione digitale delle aziende che operano in questo settore, mettendo a punto tutte le innovazioni caratterizzate dalle tecnologie di ultima generazione, come quelle che interessano l’analisi dei dati, l’intelligenza artificiale e la connettività 5G.

L’intelligenza artificiale arriva nell’industria manifatturiera

In seguito ad una sperimentazione relativamente al settore di riferimento della durata di due anni, saranno messe a punto nuove possibilità tecnologiche dedicate proprio alle industrie manifatturiere del nostro Paese e, successivamente, anche a quelle che operano in un ambito internazionale.

A spiegare le potenzialità di questo importante accordo raggiunto tra TIM e Comau è stato proprio Luigi Gubitosi, che ha descritto uno dei primi risultati raggiunti grazie all’intesa tra queste due realtà. Si tratta della novità chiamata “Industrial IoTIM powered by Comau”.

Grazie a questa innovazione sarà possibile effettuare un servizio di monitoraggio completo e dettagliato di tutte le macchine dedicate all’industria manifatturiera che operano all’interno di un’azienda. Il nuovo sistema avrà l’obiettivo di evidenziare le caratteristiche dei macchinari industriali dedicati al processo di produzione.

In questo modo anche con un controllo da remoto sarà possibile controllare l’efficienza delle macchine destinate alla produzione, mettendo in evidenza eventuali necessità per un’assistenza tempestiva.

L’obiettivo in particolare è quello di unire le competenze di Comau nel campo della robotica e dell’automazione con quelle di TIM in relazione ai servizi dedicati alla connettività e al cloud.

Il nuovo sistema, quindi, permetterà di gestire e collegare tra di essi gli impianti dedicati alla produzione, con lo scopo di assicurare una maggiore efficienza e una grande sicurezza, grazie anche all’introduzione dei meccanismi dell’intelligenza artificiale. Viene data la possibilità alle industrie di progettare una specifica linea di produzione, con l’opportunità di ridurre le spese e i tempi necessari alla realizzazione dei prodotti.

Il Gruppo TIM, grazie all’esperienza della digital farm Olivetti, fornirà le proprie competenze che ha acquisito nel settore dell’IoT, con un supporto continuo e un’assistenza completa che riguarderanno tutte le varie fasi del processo, anche utilizzando le innovazioni che permettono di usufruire di un supporto da remoto.

Soluzioni innovative per la digitalizzazione dei macchinari

Il punto principale di questo accordo raggiunto tra TIM e Comau è quello relativo alla possibilità di garantire una totale digitalizzazione delle macchine nel settore dell’industria che abbiamo citato precedentemente.

Le soluzioni innovative studiate per rendere più efficienti le aziende anche dal punto di vista tecnologico consentiranno quindi di effettuare una precisa pianificazione della strategia da adottare per gestire in modo continuo e specifico l’attività di produzione.

Secondo quanto ha affermato Gubitosi, tutto questo è perfettamente in linea con la strategia portata avanti nel nostro Paese in riferimento alla tematica di Industria 4.0. Si punta anche all’opportunità dell’accesso alle agevolazioni fiscali pensate appositamente.

Il settore dell’industria sarà più connesso grazie alle innovazioni tecnologiche messe a disposizione da questo accordo, con un’affidabilità che risulta maggiore rispetto a quanto è possibile mettere in atto con le reti di tipo tradizionale.

Sono diverse le tecnologie che è possibile sfruttare per garantire un’innovazione del processo industriale anche nel nostro Paese. Pensiamo ad esempio alla piattaforma in.Grid, ma anche a tutto ciò che riguarda l’automazione, passando poi per i servizi Edge cloud.

Le possibilità di azione sono veramente tante e l’accordo raggiunto tra TIM e Comau si pone l’obiettivo di rendere più veloce la possibilità di fare riferimento all’Internet of Things all’interno della produzione industriale manifatturiera italiana e nell’ambito internazionale.

Si punta anche ad una partnership che possa fare riferimento alle soluzioni industriali per il settore IoT, un mercato che nel corso del 2019 ha ottenuto un aumento significativo rispetto all’anno precedente, con un valore raggiunto di 6,2 miliardi di euro.

About Pamela Tela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.