Home / Viaggi / Barcellona: le meraviglie da visitare

Barcellona: le meraviglie da visitare

Quando si pensa alla Spagna il pensiero vola subito ad una meravigliosa città, quale Barcellona. Il primo mito da sfatare è che Barcellona non è sinonimo di sfrenatezza, anzi. Può essere definita una città tranquilla in cui la movida si incentra solo in zone mirate e la tranquillità regna sovrana nel centro della città.

Questo ovviamente non vuol dire che non ci si può divertire e non c’è nulla da vedere: Barcellona è cultura, è divertimento, e sicuramente è candidata a rimanere nei cuori dei turisti. Soprattutto in coloro che della cultura e dell’arte proprio non sanno fare a meno.

Barcellona: visitare la Sagrada Familia

Il primo posto in assoluto da visitare se andiamo a Barcellona è la Sagrada Familia. Si tratta di una struttura possente che si erge maestosa nella capitale catalana. Sì, è vero, l’opera non è completa, ma già nella sua mezza completezza ruba i cuori di chi la visita, e dunque di dovere sarà andare quantomeno a farsi una bella fotografia in questo posto straordinario.

Per chi non lo sapesse sulle facciate della chiesa si narra la storia di Gesù, dalla nascita alla morte. Dentro invece si trova la Gerusalemme Celestiale, in cui vive l’agnello figlio di Dio: secondo la religione l’agnello dopo le sue sofferenze terrene sale in Paradiso per la Salvezza eterna.

Ormai la Sagrada Familia è diventata emblematica per la religione cristiana, una pietra miliare del culto cattolico. E dunque si perdona il ticket un po’ Altino per poterla visitare.

Passeggiata alla Rambla di Barcellona

Se invece preferiamo una lunga passeggiata allora il consiglio, come suggerisce anche la guida di Barcellona.shop, è di andare lungo il viale che collega Plaza de Catalunya fino alla statua di Colombo, che tra parentesi dista poco dal mare.

Non a caso la Rambla è tra i primi posti in cui un turista si reca quando si trova a Barcellona, forse perché ricollegandosi al discorso movida, è il luogo più popolato (notte e giorno) dai turisti. Anzi è facile incontrare artisti di strada in cerca di fortuna.

Quartiere gotico a Barcellona

Mai sentito parlare del Barrio Gotico? Si tratta di un quartiere fatto di viottoli e stradine che ospitano librerie, negozi di antiquariato e anche graziosi ristoranti. E se svolti l’angolo vedrai la guglia appuntita della cattedrale di Santa Eulalia a Barcellona.

Nel fare su e giù tra le vie del quartiere doveroso sarà un girello al Placa Reial, e anche QL Career Montcada dove tra le altre cose si trova il museo dedicato a Picasso.

E se decidiamo di sostare un poco in più nel Barrio Gotico, si potrebbe decidere di pernottare in un ostello secolare, detto Els Quatre gats alias i quattro gatti. Inaugurato alla fine del 1800 è sempre stato luogo di ritrovo dei più importanti artisti di Barcellona tanto che a suo tempo ospitò le prime due esposizioni dei dipinti di Picasso.

Certo non si mangia divinamente ma almeno potremmo avere una full immersion in qualcosa di molto più importante, ovverosia il patrimonio artistico spagnolo

About Pamela Tela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.