Home / Economia / Comprare su Amazon rende il fondatore Jeff Bezos sempre più ricco
Comprare su Amazon rende il fondatore Jeff Bezos sempre più ricco
Comprare su Amazon rende il fondatore Jeff Bezos sempre più ricco

Comprare su Amazon rende il fondatore Jeff Bezos sempre più ricco

Jeff Bezos da tempo non ha problemi economici, ma la continua ascesa delle azioni Amazon.com, sul tabellone elettronico del Nasdaq, fa sì che il fondatore, presidente e amministratore delegato della società stia diventando sempre più ricco, a tutti gli effetti il Paperon de’ Paperoni.

Amazon è una macchina da soldi

Ad oggi, in tutto e per tutto, Amazon.com non è una semplice società quotata, ma una vera e propria macchina da soldi in forza ad un business che nessuno sta riuscendo a replicare in maniera vincente.

E così quando si deve acquistare online nella maggioranza dei casi, volenti o nolenti, si va a finire sul sito della società di e-commerce che, di conseguenza, continua a macinare profitti su profitti. La conferma in merito è arrivata con l’ultima trimestrale che è stata chiusa con oltre 5 dollari per azione di profitti. Niente di straordinario se non fosse che gli analisti a Wall Street si aspettavano utili per ‘appena’ due dollari e mezzo per azione.

Azioni Amazon.com verso i 1.900 dollari sul tabellone elettronico del Nasdaq

Amazon ancora una volta ha stupito i mercati, con la conseguenza che sul Nasdaq il titolo attualmente passa di mano a quasi 1.900 dollari a fronte di una capitalizzazione di mercato pari a circa 900 miliardi di dollari. Il business di Amazon, che da puro e-commerce è diventato fornitore di servizi di ogni tipo, dallo streaming musicale al data storage, e passando per lo streaming di film e serie Tv, cresce inoltre anche in barba alle aspre critiche mosse in questi mesi dal Presidente degli Stati Uniti Donald Trump in merito, nello specifico, al fatto che la società paga poco per le spedizioni attraverso il servizio postale pubblico. Negli USA, infatti, la politica è preoccupata del potere di Amazon che negli Stati Uniti, e non solo, mette in crisi il commercio dei piccoli operatori su sede fisica.

About Pamela Tela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici − nove =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.