Home / Economia / Comprare televisore adatto alla stanza, ecco come sceglierlo
Comprare televisore adatto alla stanza, ecco come sceglierlo
Comprare televisore adatto alla stanza, ecco come sceglierlo

Comprare televisore adatto alla stanza, ecco come sceglierlo

Quando si deve acquistare un televisore spesso è facile innamorarsi di quelli costosi e con lo schermo molto ampio, ma in realtà è adatto alla stanza dove verrà posizionato? Per esempio, una Tv da 32 pollici è ideale per le stanze piccole e va vista, in base alla risoluzione ed alla qualità dei filmati, ad una distanza di minimo 1,5 metri e massimo 2,5 metri. Questo è quanto, tra l’altro, consiglia l’Associazione Altroconsumo che proprio sui televisori ha condotto un’indagine finalizzata ad orientare il consumatore al miglior acquisto.

Comprare Tv, dai 40-43 pollici a quelli ‘effetto cinema’

Passando alle Tv più grandi, il 40-43 pollici va bene per le stanze di medie dimensioni, e per una visione da 2,4 metri e fino a 3,5 metri, mentre il 46-51 pollici va visto da 3 a massimi 5 metri all’interno di stanze medio/grandi.

Per le stanze grandi o molto grandi si possono invece acquistare, avendone la possibilità, i televisori 51-55 pollici che si possono vedere bene anche ad una distanza di 5 metri, e quelli da oltre 60 pollici per gli appassionati di cinema e per coloro che hanno un ampio salone.

Altroconsumo, inoltre, tende a precisare che più i pollici aumentano, più il televisore va posizionato in una stanza adeguata, e più il prezzo di acquisto tenderà inesorabilmente a salire.

Pregi e difetti dei televisori, il confronto prima di tutto!

Che sia piccolo o grande, quando si acquista un televisore, anche delle migliori marche, non sempre è tutto oro quel che luccica. E questo perché ogni modello di televisore, rispetto agli altri presenti sul mercato, ha sempre i suoi pregi ed i suoi difetti che, per esempio, possono essere legati alla differenza tra Led e Lcd per lo schermo, al grado di definizione, e passando per la qualità delle immagini e per la luminosità, dal nero più nero al bianco più bianco che è il grado di luminosità massimo.

About Luca Di Pasquale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.