Home / Economia / Conto corrente low cost per le famiglie a basso reddito, info e caratteristiche
Conto corrente low cost per le famiglie a basso reddito, info e caratteristiche
Conto corrente low cost per le famiglie a basso reddito, info e caratteristiche

Conto corrente low cost per le famiglie a basso reddito, info e caratteristiche

In ottemperanza alla direttiva europea 2014/92, arriva finalmente in Italia il conto corrente low cost, detto anche conto corrente di base. E questo dopo che il 20 giugno scorso è entrato in vigore un decreto che dà attuazione ad un altro decreto, quello legislativo numero 37 datato addirittura 15 marzo 2017 in accordo con quanto è stato riportato dall’Agenzia di Stampa AdnKronos.com.

Conto corrente di base: zero spese o commissioni, niente imposta di bollo

Nel dettaglio, il conto corrente low-cost per i redditi più bassi è caratterizzato non solo dall’assenza di spese e di commissioni, ma anche da un canone che è onnicomprensivo nell’includere un numero prestabilito di operazioni su base annua. Inoltre, a patto di avere un Isee inferiore alla soglia di 11.600 euro, il conto corrente di base è esente dall’imposta di bollo.

Il conto low cost può essere intestato solo tra i componenti del nucleo familiare a basso reddito che, entro il 31 maggio di ogni anno, oltre a non essere titolare di altri conti base, dovrà pure comunicare alla banca l’Isee in corso di validità.

Conto corrente low cost anche per i pensionati

Possono accedere al conto base pure i pensionati a patto che il trattamento annuo lordo non superi la soglia dei 18 mila euro. Anche in questo caso il pensionato titolare del conto base entro il 31 maggio di ogni anno dovrà comunicare alla banca l’ammontare annuo lordo della pensione che è stata percepita.

In accordo con quanto è stato riportato da Repubblica.it, il conto corrente low cost per le famiglie e per i pensionati a basso reddito avrà un costo che sarà ‘ragionevole’ e che, come sopra detto, è rappresentato dal canone omnicomprensivo che include pure l’emissione al cliente, da parte della banca, di un Bancomat per poter effettuare prelievi e versamenti di denaro, e per utilizzarlo come strumento di moneta elettronica per i pagamenti.

About Annalisa Ruzzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sette + 9 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.