Home / Guide / Dichiarazione 730 precompilata e modello Redditi 2018, le scadenze fino ad ottobre
Dichiarazione 730 precompilata e modello Redditi 2018, le scadenze fino ad ottobre
Dichiarazione 730 precompilata e modello Redditi 2018, le scadenze fino ad ottobre

Dichiarazione 730 precompilata e modello Redditi 2018, le scadenze fino ad ottobre

Dallo scorso 16 aprile del 2018, per le dichiarazioni dei redditi dei contribuenti percepiti nell’anno di imposta 2017, è disponibile online la cosiddetta precompilata, ovverosia il modello 730 o il modello Redditi che è stato predisposto dal Fisco. Al riguardo l’Amministrazione finanziaria dello Stato, per saperne di più, ha predisposto online il sito dedicato infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it dove, tra l’altro, sono presenti tutte le date e tutte le scadenze da rispettare.

Scadenze da giugno ad ottobre 2018 per modello Redditi e 730 precompilato

Considerando le prossime scadenze, da giugno e fino al 31 ottobre del 2018, il 20/6 è l’ultimo giorno utile per annullare il 730 già inviato, mentre quella del 2 luglio del 2018 è la scadenza ultima per il versamento del saldo e primo acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta o con modello Redditi.

Si passa poi al 23/7 che, sempre in accordo con quanto riportato dal sito-guida sopra citato, è l’ultimo giorno utile per la presentazione del 730 precompilato all’Agenzia delle Entrate direttamente tramite l’applicazione web. Per il mese di agosto 2018 c’è invece un’unica scadenza, quella del giorno 20 che è l’ultimo per il versamento, con la maggiorazione dello 0,40%, a titolo di interesse, di saldo e primo acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta o con modello Redditi.

Tre invece sono le scadente di ottobre 2018, l’1, il 25 ed il 31 come segue: entro l’1/10 bisogna comunicare al sostituto d’imposta di non voler effettuare il secondo o unico acconto dell’Irpef o di volerlo effettuare in misura inferiore, mentre entro il 25 ottobre i contribuenti interessati possono presentare, al centro di assistenza fiscale (Caf) oppure al professionista abilitato, il 730 integrativo.

Il modello integrativo, precisa altresì l’Agenzia delle Entrate, è possibile solo se l’integrazione comporta un maggiore credito, un minor debito oppure un’imposta invariata. Infine, il 31 ottobre del 2018 è l’ultimo giorno utile ai fini della presentazione del modello Redditi precompilato e per inviare il modello Redditi correttivo del 730.

Novità oneri e spese nella dichiarazione precompilata 2018, modello 730 e Redditi

Nella precompilata 2018, rispetto agli anni precedenti, il Fisco ha aggiunto tanti altri oneri e spese sostenuti dai contribuenti l’anno scorso nell’ottica di una maggiore semplificazione. Da quest’anno, in particolare, sono presenti le spese sanitarie ed i relativi rimborsi, gli interessi passivi sui mutui in corso, i contributi versati per i lavoratori domestici, le spese veterinarie, le spese universitarie ed i relativi rimborsi, i premi assicurativi, le spese funebri, i contributi previdenziali e assistenziali, i contributi versati a enti o casse aventi fine assistenziale ed i i contributi versati alla previdenza complementare.

Per i lavori effettuati sugli immobili, inoltre, da quest’anno sono già presenti nella dichiarazione dei redditi precompilata pure le spese sostenute per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di risparmio energetico su parti comuni condominiali, ed i bonifici riguardanti le spese che sono state sostenute per gli interventi di ristrutturazione e di riqualificazione energetica degli edifici.

About Annalisa Ruzzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici + 9 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.