Home / Economia / Scadenze fiscali spesometro ed esterometro, proroga al 30 aprile 2019

Scadenze fiscali spesometro ed esterometro, proroga al 30 aprile 2019

Sul sito Internet del MEF, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, è stato pubblicato un avviso con cui si informa dello slittamento di alcune scadenze ai fini Iva. E per questo è di imminente firma di un Dpcm che, rende noto il sito FiscoOggi.it, ovverosia il Quotidiano telematico dell’Agenzia delle Entrate, va a recepire le istanze delle categorie professionali in merito alle difficoltà tecniche che sono state riscontrate nella gestione della fatturazione elettronica.

Proroga al 30 aprile 2019 pure per le liquidazioni periodiche relative al Q4 2018

La proroga, con la scadenza fissata ora al 30 aprile del 2019, riguarda spesometro ed esterometro, e pure le liquidazioni periodiche del quarto trimestre 2018 e quelle relative agli adempimenti a carico di chi facilita le vendite a distanza mediante l’uso di interfacce elettroniche sempre in accordo con quanto è stato riportato da FiscoOggi.it.

Intanto, in materia di normativa e prassi, nei giorni scorsi l’Agenzia delle Entrate è intervenuta con la risposta n. 67/2019 in merito all’obbligo della fatturazione elettronica, precisando al riguardo che non c’è obbligo di e-fattura verso il cedente non stabilito. Ed il tutto fermo restando che ‘la copia cartacea deve riportare fedelmente gli elementi presenti nel formato “XML”, senza l’aggiunta di informazioni e dati ulteriori e diversi’.

Fatture elettroniche, sul Quotidiano telematico FiscoOggi tutti i nuovi chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

Sul sito Internet fiscooggi.it, da quando l’obbligo della fatturazione elettronica è entrato in vigore, ovverosia dall’1 gennaio del 2019, sono presenti le precisazioni e nuovi chiarimenti su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, sui termini di trasmissione, sulle modalità di inoltro in caso di scarto, sulla registrazione e sulla conservazione delle e-fatture.

About Luca Di Pasquale