Home / Guide / Agenzia web, cinque consigli per scegliere quella migliore

Agenzia web, cinque consigli per scegliere quella migliore

Al giorno d’oggi si sta moltiplicando il numero di web agency che offrono un servizio di realizzazione siti web e si occupano di tutto quel complesso gruppo di attività SEO necessarie per aumentare le visite e la considerazione del portale da parte dei vari motori di ricerca, Google in primis.

Allora scopriamo i cinque migliori consigli da sfruttare quando si tratta di scegliere la web agency migliore a cui affidare la propria attività online. i fattori principali da considerare sono affidabilità, competenza e organizzazione. Il primo suggerimento è quello di farsi prima di tutto un’idea slegata da qualsiasi appuntamento: andate sul sito web dell’agenzia e già potrete avere una prima impressione sul modo di lavorare, sulla cura del design, sulla chiarezza dell’organizzazione e sull’esperienza e i risultati raggiunti fino a quel momento.

Approfondite e informatevi prima di firmare qualsiasi accordo

Approfondire l’argomento può essere utile per capire come lavori a 360°: come nel caso della web agency Profiloweb.it, è importante verificare che la comunicazione visiva impiegata sia moderna e abbia un design corretto, oltre a dare un’occhiata al Portfolio. Quest’ultimo serve essenzialmente a capire come siano stati svolti i precedenti lavori. Scoprite successi e strategie applicate per ottenerli da parte della web agency che avete scelto.

Occhio all’intestazione del domino e al contratto

Un altro ottimo consiglio è quello di controllare sempre la buona fede di una web agency. Quindi, è fondamentale verificare che l’intestazione del dominio avvenga direttamente al cliente o alla sua società. Questo è un sintomo di trasparenza e correttezza da parte dell’agenzia, prestando attenzione nella richiesta di tutte le varie credenziali d’accesso necessarie. Infine, l’ultimo suggerimento che può tornare utile è quello di richiedere al referente dell’agenzia che segue il progetto intrapreso di non scomparire una volta che il lavoro è terminato. Servono aggiornamenti, correttivi a malfunzionamenti del sito web e a ogni altro problema che potrebbe verificarsi. Attenzione al contratto: devono essere presenti tutte le clausole concordate in sede di trattativa!

L’approccio al progetto

Un altro aspetto da prendere in considerazione per farsi un’idea più completa sulla web agency con cui si sta discutendo è certamente quello relativo all’approccio che l’azienda pone nei confronti del progetto che le state sottoponendo. In che modo ha valutato le diverse richieste? C’è flessibilità ed è propositiva quando si tratta di analizzare, in via preliminare si intende, il progetto. A livello di obiettivi siete sulla stessa lunghezza d’onda oppure pensate che vi stiano dicendo solamente tante, troppe cose scontate che già conoscete? Dalla risposta a queste domande passa un’altra percentuale molto incidente sulla scelta.

La tecnologia e i costi complessivi

Fare domande circa l’adozione di tecnologie innovative e al passo con i tempi è senz’altro un ottimo sistema per comprendere meglio la visione d’insieme della web agency con cui si sta parlando. Assistenza, supporto e upgrade della piattaforma non sono semplici dettagli, ma fattori fondamentali che fanno pendere l’ago della bilancia tra le varie soluzioni disponibili. L’ultima pagina del documento, di solito, è quella del preventivo: non esistono standard da rispettare, ma bisogna tener conto di come questo investimento, qualunque sia la cifra deve poi fruttare un ritorno, altrimenti saranno sempre e solo soldi buttati al vento.

About Pamela Tela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.