Home / Guide / Comprare PC già pronto o assemblato: info, costi e convenienza
Comprare PC già pronto o assemblato, info, costi e convenienza
Comprare PC già pronto o assemblato, info, costi e convenienza

Comprare PC già pronto o assemblato: info, costi e convenienza

Quando si deve comprare un PC in genere basta andare in un centro commerciale e scegliere il computer con il miglior rapporto tra qualità e prezzo in ragione del budget che si ha a disposizione. Pur tuttavia non mancano coloro che, invece, preferiscono, avendone le capacità, costruirsi il PC in casa acquistando i vari pezzi ad uno a uno e sfruttando ad esempio la convenienza offerta dagli store online di prodotti ed articoli di informatica e di elettronica.

Di conseguenza è lecito chiedersi se sia più conveniente acquistare il PC già pronto, ovverosia quello cosiddetto preassemblato, oppure puntare sul personal computer assemblato pezzo per pezzo, dalla tastiera al mouse e passando per il video, la scheda madre, la memoria Ram e l’hard disk.

PC Desktop fisso di fascia media, preassemblato o la soluzione fai da te?

Volendo schematizzare le possibili scelte, il PC desktop preassemblato è preferibile quando si deve acquistare un personal computer di fascia media e soprattutto bassa. In tal caso, infatti, con un budget medio non ha senso andare a costruirsi il PC desktop fisso acquistando i componenti uno per uno, se non per puro divertimento e sfoggio di capacità, in quando i PC sul mercato delle migliori marche, da Dell ad Asus, e passando per HP, sono già preassemblati con i componenti che presentano un adeguato rapporto tra qualità e prezzo.

D’altronde, giusto per fissare le idee, HP non acquista i componenti uno per uno, ma li compra a migliaia alla volta con la conseguenza che può andare, sulla quantità, a strappare agevolmente prezzi all’ingrosso molto convenienti che poi si ripercuotono sui prezzi competitivi proposti in vendita all’utenza finale.

Basti pensare che attualmente con 500 euro in tasca si può comprare un personal computer fisso di fascia bassa includendo pure il monitor, il mouse, la tastiera, gli altoparlanti ed anche una copia del sistema operativo Microsoft Windows preinstallato. Acquistare singolarmente i vari pezzi, per quanto sopra detto, potrebbe costare decisamente di più visto che la sola licenza Microsoft potrebbe costare anche fino a 100 euro.

PC assemblato, quando conviene davvero costruirselo da soli

Per quanto sopra detto, il PC costruito in proprio, evitando l’acquisto del preassemblato, ha senso quando la macchina dovrà essere utilizzata per delle finalità ben precise che, di conseguenza, richiedono una scelta oculata di tutti i componenti in termini di capacità di elaborazione e di prestazioni. E’ il caso, ad esempio, di un PC Desktop fisso da andare ad utilizzare per l’estrazione di criptomonete, per l’utilizzo di programmi di grafica avanzata, ed anche per divertirsi con i videogiochi che occupano buona parte delle risorse in termini di memoria e di CPU.

La costruzione di un PC desktop fisso componente per componente, in altre parole, ha senso solo quando l’obiettivo è quello di andare a sfruttare la migliore tecnologia che è attualmente presente sul mercato. Cosa che, invece, non accade quando si acquista un PC già assemblato in un centro commerciale anche se magari questo è di fascia alta.

In genere, infatti, tutti i PC in vendita nei negozi, ed anche online, hanno sempre un punto debole che può essere rappresentato da un hard disk poco capiente, da una scheda grafica che non è proprio il massimo, e passando magari per una memoria RAM insufficiente, un processore datato oppure un alimentatore che è poco potente. Ne consegue che, nel complesso, il PC che viene costruito pezzo per pezzo, considerando quanto sopra descritto, è decisamente più costoso rispetto a quello che si acquista in genere in negozio, ma nello stesso tempo c’è il grosso vantaggio rappresentato dal fatto che il personal computer assemblato non sarà obsoleto nel giro di pochi anni.

Configurazione hardware, i vantaggi del PC che viene costruito pezzo per pezzo

In più, rispetto al preassemblato, il PC desktop fisso costruito pezzo per pezzo e facile da upgradare a livello hardware, ad esempio aggiungendo o sostituendo del tutto la memoria, con la conseguenza che, a fronte di una spesa minima ogni tanto, il personal computer si potrà mantenere sempre al passo con i tempi. Questa operazione, invece, si presenta in genere più difficile con il PC fisso acquistato in negozio in quanto, volutamente, la macchina ha installate parti proprietarie che poi risultano essere nel tempo del tutto incompatibili con altre configurazioni hardware.

Rispetto al negozio di hardware, di norma si può risparmiare sull’acquisto dei vari componenti puntando sullo shopping via web e collegandosi, in particolare, a store online come quelli rappresentati da Amazon e da eBay. In questo modo, a prezzi che in genere sono contenuti, è possibile scegliere ed acquistare componenti hardware per un PC Desktop fisso di livello scegliendo, per esempio, le schede madri MSI o ASRock, gli alimentatori Corsair ed i migliori processori della Intel o di AMD, ovverosia quelli di due tra i migliori brand mondiali sul mercato di riferimento.

About Pamela Tela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.