Home / Guide / Miglior conto corrente web 2018, come sceglierlo
Miglior conto corrente online 2018, come sceglierlo
Miglior conto corrente online 2018, come sceglierlo

Miglior conto corrente web 2018, come sceglierlo

Pure per i servizi bancari, nel passaggio dal 2017 al 2018, nelle scorse settimane sono scattati gli aumenti a carico dei clienti che, con un istituto di credito, hanno un conto corrente. Nonostante gli aumenti, il conto corrente online, in media, resta il prodotto più conveniente rispetto ai prodotti con operatività solo in filiale oppure mista, ovverosia allo sportello e via web. Nell’andare a scegliere il miglior conto corrente online 2018 c’è da dire che non esiste il prodotto più conveniente in assoluto, ma di sicuro c’è quello che non solo è tra i più economici, ma è anche tale da essere perfettamente in linea con le proprie esigenze.

Conto corrente online 2018 con le migliori banche

In genere i prodotti di conto corrente più convenienti sono quelli proposti da banche solo online o che, comunque, operano in prevalenza via web ed hanno poche filiali rispetto invece ai grandi player del settore bancario con migliaia di sportelli sparsi su tutto il territorio nazionale. Ci riferiamo, nello specifico, ad Istituti come Che Banca!, Fineco e Webank che propongono conti correnti online con spese fisse ridotte al minimo, spesso azzerate o comunque prossime allo zero.

Sul web ci sono strumenti di confronto che permettono di comparare i vari conti correnti alla ricerca di quello più conveniente, ma ciò che fa la differenza non è solo la presenza o meno di un canone mensile da pagare, ma anche il numero e la tipologia di servizi inclusi.

Costi fissi e variabili per i conti correnti bancari

Questo per dire che, in base all’operatività, un conto corrente a canone zero può essere meno conveniente rispetto ad un altro conto corrente online che ha dei costi fissi mensili, ma che include tutta una serie di servizi gratuiti tali che poi a regime sarà possibile risparmiare.

In genere un conto corrente a canone zero include un Bancomat, la domiciliazione delle utenze, il libretto degli assegni ed i bonifici senza commissioni. Se invece il correntista necessità anche della carta di credito, allora in tal caso questa sarà con un costo annuo che è pari alla quota associativa. Altri prodotti con un canone mensile, invece, possono prevedere la carta di credito inclusa ad un costo che, spalmato sui 12 mesi, sarà invece inferiore.

Scelta conto corrente online, dal fido agli interessi sui depositi

Ci sono inoltre altre variabili che entrano in gioco, nella scelta di un conto corrente bancario, a partire dalla remunerazione sulle somme depositate. Ci sono sono infatti banche online che offrono una remunerazione, anche minima, sulle giacenze in conto corrente, mentre altre offrono il conto corrente del tutto infruttifero.

In più, prima di aprire il conto è bene valutare non solo i costi applicati sugli scoperti temporanei, ovverosia quando il conto corrente presenta un saldo negativo, ma anche quelli legati alla possibilità di poter ottenere sul rapporto un fido e, quindi, una scopertura in conto fino ad un limite massimo prefissato. Infine, per chi accede al conto corrente online in mobilità è bene scegliere un prodotto che sia accessibile in maniera efficiente, rapida e sicura tramite app per smartphone e tablet.

About Luca Di Pasquale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.