Home / Guide / Nuovo BTP Italia maggio 2018, rendimento e caratteristiche emissione
Nuovo BTP Italia maggio 2018, rendimento e caratteristiche nuova emissione
Nuovo BTP Italia maggio 2018, rendimento e caratteristiche nuova emissione

Nuovo BTP Italia maggio 2018, rendimento e caratteristiche emissione

E’ ufficialmente scattato il conto alla rovescia per la nuova emissione di BTP Italia che, in accordo con quanto ha reso noto il MEF, Ministero dell’Economia e delle Finanze, è programmata da lunedì 14 maggio del 2018 a giovedì 17 maggio del 2018 per quello che è, come noto, un titolo di Stato che, pensato per i risparmiatori individuali, è indicizzato al tasso di inflazione nazionale ed ha, in linea con quanto già proposto dal Tesoro in passato, una durata pari ad 8 anni.

Caratteristiche principali nuovo BTP Italia maggio 2018

Nel dettaglio, le caratteristiche principali del nuovo BTP Italia di prossima emissione sono le seguenti: durata, come sopra accennato, pari ad 8 anni; cedole semestrali che vengono calcolate sul capitale rivalutato; tasso reale annuo minimo garantito; capitale nominale che è garantito a scadenza, anche in caso di deflazione; recupero immediato dell’inflazione grazie alla rivalutazione del capitale corrisposta ogni sei mesi; premio fedeltà per i risparmiatori individuali ed altri affini a patto di acquistare il nuovo BTP Italia nella prima fase di collocamento, e di conservarlo fino alla naturale scadenza.

Collocamento BTP Italia 14-17 maggio 2018, la prima e la seconda fase

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze, inoltre, fa presente che il collocamento del nuovo BTP Italia, attraverso la piattaforma di Borsa Italiana S.p.A. MOT, ovverosia quella relativa al Mercato Telematico delle Obbligazioni e dei titoli di Stato, avverrà in due fasi. La prima fase si svolgerà da lunedì 14 a mercoledì 16 maggio, ovverosia nell’arco di tre giorni che, in caso di chiusura anticipata, potranno essere ridotti a due. La prima fase del collocamento è riservata ai risparmiatori individuali ed altri affini, mentre la seconda fase del collocamento, che è riservata agli investitori istituzionali, è fissata per la sola mattinata di giovedì 17 maggio del 2018.

La prima rispetto alla seconda fase differisce anche in termini di ammontare di BTP Italia collocabili. Nella prima fase, fermo restando la possibilità di chiusura anticipata, non ci sono tetti massimi alla sottoscrizione dei BTP Italia da parte degli risparmiatori individuali ed altri affini, il che significa che tutti gli ordini inseriti saranno integralmente soddisfatti. Per la seconda fase riservata agli investitori istituzionali, invece, il MEF si riserva di applicare un riparto nel caso in cui il totale degli ordini che sono stati ricevuti risultino essere superiori all’offerta finale stabilita dal Tesoro.

Roadmap collocamento nuovo BTP Italia, tutte le info sul sito del Debito Pubblico

Nella giornata di domani, venerdì 11 maggio del 2018, il Tesoro comunicherà al pubblico quello che sarà, per la nuova emissione di BTP Italia, il tasso reale annuo minimo garantito. Inoltre, al fine di fornire ai risparmiatori ed agli investitori istituzionali tutte le informazioni utili per prendere parte al collocamento, nei prossimi giorni il MEF, sul sito Internet del Debito Pubblico, pubblicherà la scheda tecnica del titolo di Stato e procederà con l’aggiornamento della sezione relativa alle FAQ, ovverosia quella relativa alle risposte alle domande più frequenti.

Sul sito Internet del Debito Pubblico del Dipartimento del Tesoro del Ministero dell’Economia e delle Finanze, oltre alle informazioni sui titoli di Stato, e sulle emissioni, sono presenti anche riferimenti e link a studi, relazioni ed al Fondo Ammortamento che è stato istituito nel 1993 al fine di rimborsare oppure di ritirare titoli di Stato dal mercato per favorire la riduzione dello stock del debito pubblico italiano.

About Annalisa Ruzzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.