Home / Guide / Salvare un animale a 4 zampe
animali

Salvare un animale a 4 zampe

Gli animali domestici sono degli ottimi compagni di vita, secondo molti studiosi la pet teraphy è un toccasana per il benessere della persona. Avere un animaletto da coccolare e far star bene ci aiuta a superare momenti di stress oltre che ad avere un simpatico compagno di giochi e compagno di tempo libero.

Tuttavia un fenomeno di cui non si parla più di tanto ultimamente è l’abbandono degli animali domestici.

Magari per mancanza di tempo, soldi o perché non si vuole più un animale in casa sono sempre più frequenti le persone che lasciano il proprio cane o gatto in mezzo alla strada.

In balia delle auto e di teppisti di turno, queste povere creature si ritrovano a vivere un dramma psicologico e fisico orrendo.

Ne parliamo meglio in questo articolo dove verranno illustrate anche alcune procedure per ottimizzare la gestione del proprio amico a 4 zampe.

L’abbandono degli animali

Come accennato nel precedente paragrafo l’abbandono degli animali è un fenomeno purtroppo molto diffuso in Italia.

Come citato anche da subito.news, sono tante le associazioni che si occupano della salvaguardia degli animali, la protezione ed il  rifugio per cuccioli lasciati soli.

In ogni caso le azioni di sensibilizzazione all’interno di scuole e attività di volontariato sono fondamentali, soprattutto per gli adolescenti poco curanti degli effetti atroci che provocano ai loro amici a 4 zampe.

La scelta dell’abbandono è dato da diversi fattori:

  • poco tempo a disposizione;
  • stanchezza e noia per la cura del proprio animale;
  • mancata disponibilità economica per comprare cibo o per l’igiene;
  • gravidanza inattesa;
  • trasferimento verso un altro paese e mancanza di qualcuno che tenga l’animale.

Insomma i motivi possono essere tanti, certo nessuno è valido per lasciare allo sbando il proprio animaletto ma nella maggior parte dei casi le motivazioni rientrano in quelle elencate.

Ma davvero necessita avere tanti soldi e tempo per gestire un cane? Assolutamente no, ne parliamo proprio nel prossimo paragrafo.

Come ottimizzare al meglio la gestione del proprio cane o gatto

Gestire un animale è un processo non troppo complesso ma che comporta un minimo di organizzazione.

Innanzitutto occorre individuare e ritagliarsi degli orari quotidiani per giocare e passeggiare insieme al proprio cane o gatto.

Basta veramente 1 ora al giorno per fargli fare il giusto moto e permettergli di stare a contatto all’aria aperta, chiaramente si sta parlando del cane in questo caso che per natura non si allontana troppo dal proprio padrone.

Parlando degli aspetti economici, se non è possibile andare a lavare presso un PetShop il proprio animale possiamo comprare noi i prodotti adatti e dotarci di bacinella e spugnetta con pettine per la pulizia.

Ci prenderà 1 ora in più del nostro tempo ma faremo a meno di spendere soldi per la pulizia del nostro amico a 4 zampe.

Per concludere riguardo al cibo possiamo recarci presso hard discount o grossisti e acquistare i croccantini con sacchi di grosse dimensioni rispetto a quelli classici da supermercato.

Pagheremo leggermente di più ma la durata di ogni sacco è almeno il doppio rispetto gli standard da supermercato.

About Pamela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.