Home / Moda / Si può essere alla moda distinguendosi dalla massa?
moda

Si può essere alla moda distinguendosi dalla massa?

Il termine moda significa avere un comportamento conforme a quello di una comunità in un particolare momento storico. Essere alla moda vuol dire aderire a modelli estetici e a consuetudini diffuse e radicate tra la massa. È chiaro che in un mondo sempre più globalizzato il fenomeno non può che assumere una portata così ampia.

Eppure, qualcosa negli ultimi anni sta cambiando. I giovani di oggi vogliono seguire le tendenze più in voga, ma allo stesso tempo cominciano ad essere esausti della forte omologazione perché sentono il bisogno di provare in qualche modo a distinguersi dagli altri.

Dall’omologazione alla responsabilizzazione

Si sta sviluppando una coscienza sociale sempre più attenta al rispetto per l’ambiente e desiderosa di compiere degli acquisti per certi versi più sostenibili. Abbiamo accumulato per anni, i nostri armadi sono stracolmi di vestiti, scarpe, borse, e se prima tutti eravamo attratti da quello stesso jeans super scontato di quella nota catena, magari adesso proviamo ad essere un po’ più oculati. Insomma, il basso costo di un capo non induce più, sempre, a dover comprare per forza. Accanto alla filosofia del “compro poco, e meglio”, comincia, inoltre, ad affermarsi il desiderio di riutilizzare dei vecchi capi di abbigliamento acquistati qualche anno prima, oppure la tendenza ad acquistare qualcosa che hanno tutti, ma aggiungendo un tocco estremamente originale, come nel frequente caso di scarpe personalizzate.

Personalizzare vecchi capi di abbigliamento

Riutilizzare vecchi capi di abbigliamento apportando qualche modifica è un’ottima strategia per non buttar via delle cose a cui siamo molto affezionati. Magari non sono più di moda, ma con delle piccole rivisitazioni potrebbero tornare ad esserlo.

Il principio può essere applicato a qualsiasi capo: magliette a manica lunga, t-shirt, canotte, jeans, pantaloni ecc. Personalizzare dei vecchi jeans può davvero rivelarsi molto semplice, oltre che piuttosto divertente: ci si può sbizzarrire tagliuzzando le estremità con forbici e disegnando con dei gessetti (prima) e colori acrilici (poi) alcuni motivi geometrici. Con le magliette di cotone può addirittura essere ancora più semplice: maniche lunghe che si accorciano, canotte che diventano crop top e così via. L’unica regola è dare libero sfogo alla fantasia.

Personalizzare vecchi capi vuol dire dar loro una nuova vita, una seconda chance. Allontaniamo il momento della nostra separazione da quei capi, risparmiamo, e con buone probabilità riusciamo a rendere nuovamente alla moda un capo che non lo era più.

Come personalizzare vecchie e nuove paia di scarpe

Per le calzature, il discorso personalizzazione è solo apparentemente più complesso. Ci si può rivolgere a moltissime aziende e startup che producono scarpe realizzate a mano con materiali di riciclo, ma anche a servizi che, invece, personalizzano le scarpe best seller dei maggiori brand internazionali. Quindi, se proprio non siete ancora pronti a rinunciare al modello di scarpe con cui siete cresciuti, niente paura: si possono acquistare e personalizzare in seguito. Il vantaggio sarà quello di avere un prodotto di tendenza, ma allo stesso tempo unico ed irripetibile.

Essere alla moda senza rinunciare ad esprimere la propria personalità è oggi possibile.

About Pamela Tela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.