Home / Tecnologia / Altoparlante Bluetooth come valida alternativa alle cuffie
migliori altoparlanti bluetooth

Altoparlante Bluetooth come valida alternativa alle cuffie

Per la riproduzione audio, con il proprio smartphone, al posto delle classiche cuffie, che alla lunga possono creare fastidi alle orecchie, si può optare per l’acquisto di un altoparlante Bluetooth che, senza cavi e senza fili, può essere collegato non solo al proprio cellulare, ma anche al tablet, al lettore MP3, al computer portatile ed anche ai device della Apple, dall’iPad all’Ipod e passando per l’iPhone. Inoltre, grazie al cavo in dotazione, l’altoparlante Bluetooth funziona anche su quei dispositivi che non supportano l’omonima tecnologia di trasmissione dei dati senza fili. Acquistare un altoparlante Bluetooth, per il tempo libero ma anche per il lavoro, significa che si possono per esempio fare sempre chiamate in vivavoce potendo sfruttare un qualità audio limpida ed un volume alto.

Il che significa che, per l’uso professionale, si possono tenere agevolmente ed a distanza riunioni e conferenze così come l’altoparlante Bluetooth è in generale, sempre, una valida alternativa alla cornetta. Oltre al classico cavo jack, che permette non solo di collegare per la riproduzione audio i dispositivi più vecchiotti che sono privi del Bluetooth, ma anche di sfruttare il collegamento per risparmiare sulla batteria del dispositivo mobile, gli altoparlanti Bluetooth di nuova generazione hanno anche il sensore NFC al fine di poter utilizzare i dispositivi mobili di nuova generazione in tutta semplicità visto che, nel momento in cui il Bluetooth sul device è acceso, la riproduzione audio partirà in automatico attraverso il rilevamento rapido e quindi senza dover andare ad effettuare un’associazione.

Per quel che riguarda i prezzi, attualmente sotto i 50 euro è possibile acquistare gli altoparlanti Bluetooth rientranti nella cosiddetta fascia economica, mentre per usi professionali sul mercato ci sono altoparlanti Bluetooth che costano anche dai 200 ai 300 euro, e che sono in grado di offrire un’esperienza audio che è impareggiabile tra voci pure e nitide e bassi roboanti quando si ascolta musica. I migliori altoparlanti Bluetooth, inoltre, hanno una autonomia della batteria che può arrivare fino a ben 15 ore di fila in riproduzione audio a fronte di dimensioni che sono in genere estremamente compatte, e di una grande potenza del suono.

Per quel che riguarda i fattori di scelta, e quindi di acquisto, di un altoparlante Bluetooth, l’autonomia, l’estetica e le dimensioni sono fondamentali tenendo comunque ben presente quello che è il costo massimo che si è disposti a sostenere. Tra i brand più noti di altoparlanti Bluetooth c’è Anker, EasyACC, Rokono, Aukey, JBL, Sony e Bose. Gli ultimi tre marchi indicati, ovverosia JBL, Sony e Bose, sono quelli che propongono sul mercato gli altoparlanti Bluetooth di fascia alta, ovverosia quelli che, per qualità, potenza e design sono tra i migliori e, quindi, costano di più. Per esempio, il JBL Xtreme è un diffusore del suono dalle prestazioni eccezionali al punto che, sempre ed in ogni momento, permette di portare la musica ovunque potendolo peraltro farlo sempre in grande stile.

About Pamela Tela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 + dodici =