Home / Guide / Il trading online è pieno di rischi: conosciamoli meglio

Il trading online è pieno di rischi: conosciamoli meglio

Per chi fa trading online il rischio è uno dei fattori inevitabili ed imprescindibili. Come messo in risalto su www.guidatradingonline.net , il rischio è tipico di qualsiasi attività di investimento in valori mobiliari, ma nello stesso tempo questo si può gestire e si può presidiare con un approccio al trading consapevole ed anche informato.

Rischi trading online tra truffe, perdite e fattori emozionali

Nel dettaglio, i rischi del trading online possono essere distinti in linea di massima in tre grandi categorie come segue: il rischio di cadere nella trappola delle truffe finanziarie, il rischio legato alle perdite, ed il cosiddetto rischio di natura emozionale.

Nel dettaglio, il rischio di truffe finanziarie si può schivare facendo trading online sempre con un intermediario abilitato ed autorizzato in Italia all’offerta di prodotti e servizi di investimento. Tutti i broker legali, le banche e le Sim, infatti, possono esercitare l’attività se e solo se rispettano degli standard specifici di trasparenza e di efficienza che sono sempre sotto il controllo, il monitoraggio e la supervisione da parte delle Autorità preposte.

Perdite da trading online, come gestirle?

Per quel che riguarda invece il rischio di perdite, tutti i trader online hanno chiuso un trade con una minusvalenza in quanto non sempre le previsioni formulate si rivelano poi azzeccate. Le perdite da trading online, specie se si investe con un’ottica di brevissimo periodo, sono sostanzialmente inevitabili, ma queste possono essere limitate nell’ammontare fissando per ogni trade aperto il livello di stop loss, ovverosia quel livello di prezzo in corrispondenza del quale la posizione viene chiusa in automatico a fronte del raggiungimento di un livello di perdita che è già prefissato e che è sopportabile.

Il livello di prezzo diametralmente opposto allo stop loss è invece quello di profit taking che, se raggiunto, porta alla chiusura in automatico della posizione con un guadagno che è noto a priori e che coincide con il target, ovverosia con i propri obiettivi di investimento al momento dell’apertura del trade che può essere, su un’attività finanziaria, long o short. La posizione è long quando l’aumento di prezzo dell’attività finanziaria porta ad un guadagno, mentre è short quando si guadagna dalla discesa dei prezzi di mercato.

Il rischio di tipo emozionale, pur essendo soggettivo, è di norma il più sottovalutato specie da parte di chi si affaccia per la prima prima volta all’affascinante mondo del trading online. Il rischio emozionale, in particolare, rientra nella cosiddetta psicologia del trading e può rappresentare un’arma a doppio taglio quando si opera sui mercati finanziari che si tratti di Borsa, Forex o mercato dei derivati. E questo perché spesso le perdite da trading online maturano nel momento in cui si opera sul mercato prendendo delle decisioni strettamente legate a fattori emotivi che possono spaziare dalla rabbia alla frustrazione e passando per scelte di investimento legate solo dal desiderio di rifarsi quanto prima delle minusvalenze precedentemente maturate.

Anche la troppa euforia ed esaltazione, per la chiusura di un trade in grosso guadagno, può poi portare a scelte di investimento che possono rivelarsi errate. In altre parole, per operare sui mercati serve non solo calma e sangue freddo, ma anche capacità di analisi e la massima lucidità nel valutare e nel cercare di prevedere la direzione del mercato anche attraverso l’utilizzo delle basi e dei principi di analisi tecnica. Quando si fa trading online, infatti, la gestione deve essere non solo consapevole, ma anche sapiente in quanto nel presidiare il rischio da un lato si punta al profitto, ma dall’altro è ancor più importante preservare sempre l’integrità del capitale iniziale che si ha a disposizione.

Ad esempio, è possibile recuperare le perdite legate ad un trade sbagliato fissando proprio un adeguato livello di stop loss, e facendo così in modo che con il capitale rimanente si abbia ancora la possibilità di riprendersi dalle fasi di trading online che spesso si verificano a causa di momenti avversi, di analisi poco ragionate o comunque sfortunate durante la propria esperienza da investitore.

La caratteristica di un trader professionista, rispetto ad un investitore in erba, è non a caso quella per cui rimane sempre impassibile e controllato davanti ad ogni avvenimento, anche il più avverso, in quanto è consapevole del fatto di essere capace anche dopo una giornata di trading tutt’altro che positiva, e che ci sarà il giorno dopo l’opportunità per tornare a macinare plusvalenze.

L’errore da trading, per quanto si cerchi di evitarlo, fa sostanzialmente parte del gioco ed anzi spesso si può sfruttare a proprio vantaggio. I trader di successo raccontano infatti che sono sempre passati da periodi avversi, ma sono diventati bravi e capaci proprio perché dai loro stessi errori hanno imparato ad affinare le tecniche e le strategie per evitarli.

About Pamela Tela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 − nove =