Home / Economia / Come investire in borsa
come investire in borsa

Come investire in borsa

Chi ha un patrimonio da investire spesso destina una quota di questo al capitale di rischio, ovverosia alla compravendita di azioni. Nel dettaglio, le azioni sono titoli rappresentativi del capitale di società che sono quotate in una o più borse valori. Ma detto questo, come investire in borsa?

Ebbene, per investire in borsa non serve solo il capitale, ma occorre pure aver attivato un conto di trading con un broker online abilitato ed autorizzato. Per esempio, le migliori banche italiane permettono di investire in borsa mettendo a disposizione una piattaforma di trading online associata e collegata ad un deposito titoli ed al conto corrente di appoggio dove vengono accreditate e addebitate, rispettivamente, le operazioni di vendita e di acquisto delle azioni.

Investire in borsa comporta l’assunzione di rischi, ragion per cui oltre al capitale ed alla piattaforma di trading per l’investitore è necessario che siano chiari anche quelli che sono i reali obiettivi di investimento. Di norma più si conosce bene il mercato azionario, unitamente alle dinamiche che regolano i mercati finanziari, maggiori saranno le probabilità e le possibilità di poter guadagnare investendo in borsa facendo le scelte giuste e adottando sempre la giusta diversificazione.

Per mediare il rischio, infatti, il capitale da destinare all’azionario deve essere possibilmente suddiviso tra più titoli. Nella scelta dei titoli l’investitore effettua in tal caso quella che nel gergo finanziario viene definita come ‘asset allocation‘, ovverosia proprio la distribuzione del capitale da destinare all’azionario in un ‘giardinetto’ di titoli.

Inoltre, la diversificazione oltre che sui titoli può essere fatta pure in base ai settori ed ai Paesi. Per esempio, si può investire in Borsa comprando e vendendo non solo titoli azionari quotati in Italia, ma anche in altri Paesi come ad esempio gli Stati Uniti, a Wall Street, diversificando poi ulteriormente in base ai settori, dai titoli delle telecomunicazioni a quelli energetici e passando, tra gli altri, per i bancari ed i titoli farmaceutici.

About Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 + 14 =