Home / Viaggi / Viaggio a Innsbruck: cosa fare e cosa vedere
innsbruck

Viaggio a Innsbruck: cosa fare e cosa vedere

Innsbruck è sicuramente una delle località più interessanti da vedere in Austria. Possiamo decidere di visitare la cittadina anche in un solo giorno, magari muovendoci per un weekend, che ci consente di gustare tutti gli aspetti più tipici di questo luogo. Ma quale itinerario possiamo portare avanti, se decidiamo di visitare Innsbruck e il Tirolo? Qualche consiglio di viaggio è sicuramente utile, per comprendere anche le possibilità di soggiorno che abbiamo a nostra disposizione. Vediamo esattamente che cosa fare in una giornata visitando Innsbruck.

Cosa fare la mattina a Innsbruck

Il nostro viaggio a Innsbruck non può non iniziare con una colazione presso un locale tipico, che mette a disposizione dei turisti pane e dolce, oltre che bibite calde e fredde. Calcoliamo almeno una spesa media di 9 euro a persona per la nostra colazione tipica austriaca.

Dopo colazione possiamo avviarci percorrendo una caratteristica strada del centro storico. Il centro storico di questa città è davvero molto caratteristico, perché possiamo vedere dei tipici portici e delle insegne tipiche del luogo realizzate in ferro battuto.

Nel centro storico di Innsbruck è possibile visitare anche una torre civica. Pagando un biglietto si ha l’opportunità di arrivare fino in cima, per ammirare il panorama. Dall’alto della torre civica si possono vedere i monumenti più importanti della città e si può avere una visione molto ampia della valle.

Proseguendo per il centro storico della città arriviamo al cosiddetto Tettuccio d’oro, che è il vero e proprio simbolo del luogo. Ma che cos’è esattamente il Tettuccio d’oro di cui tutti parlano? Si tratta di un balcone con il tetto sporgente, che è ricoperto da più di 2.000 lamine di rame dorato. All’interno possiamo ammirare un’esposizione su Massimiliano I d’Asburgo.

Di fronte al Tettuccio d’oro si trova un meraviglioso palazzo in stile rococò, con stucchi decorativi tutti da ammirare. E poi ancora, proseguendo nel nostro itinerario, il giardino all’inglese della corte imperiale e una chiesa all’interno della quale ci sono due file di 28 statue in bronzo. Si tratta della Hofkirche: qui si trova anche il sarcofago vuoto di Massimiliano I.

Cosa fare il pomeriggio a Innsbruck

Dopo pranzo, che permette di gustare la cucina tipica accompagnata da un boccale di birra, abbiamo sicuramente il tempo di tuffarci nelle strade più vivaci della città, quelle più ricche di negozi. Possiamo poi dedicare il pomeriggio a fare una vera e propria escursione fra i monti.

Pagando circa 9,50 euro a persona, si può arrivare attraverso la funicolare e la funivia dal centro storico sulle montagne. In inverno ci sono percorsi da sci, in estate si può praticare il trekking. Il panorama che si può ammirare dall’alto delle montagne è qualcosa di stupendo. Infatti possiamo vedere tutti i monti del Tirolo che arrivano al Brennero.

Proprio sulle montagne possiamo fare una merenda tipica, magari accompagnata dalla tradizionale torta Sacher. La sera portiamoci di nuovo nel centro storico, ricco di molte opportunità per passare una serata all’insegna del divertimento.

Per esempio possiamo visitare anche qualche altro monumento che abbiamo trascurato la mattina. Vi consigliamo il Duomo di San Giacomo. Questo edificio religioso è stato costruito sulla struttura di una chiesa gotica, le cui origini si fanno risalire al 1438. Il Duomo di San Giacomo è stato ricostruito dopo il terremoto avvenuto nel 1600.

Per esempio un’ottima idea sarebbe quella di visitare Innsbruck nel periodo di Natale, perché la sera si può fare un giro tra i tipici mercatini natalizi. Essi presentano davvero un’atmosfera coinvolgente, che ricorda quella tipica delle feste.

La sera possiamo anche cenare in uno dei ristoranti della zona, che, a prezzi relativamente modici, ci consentono di gustare una cena tipicamente tirolese.

About Pamela Tela

Blogger di tecnologia, viaggi ed economia. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di intraprendere l'attività di gestione portali web che porto avanti dal 2010.